Ecologia

Dispersione dei semi, il record è degli elefanti

I pachidermi della savana possono trasportare i semi dei frutti di cui si nutrono anche a 65 km di distanza: uno studio conferma il loro ruolo chiave nel mantenere la biodiversità. Come? Potete immaginarlo.

Il più grande animale di terra del Pianeta ha appena conquistato un altro record ufficiale: quello come più efficace dispersore di semi. Gli elefanti della savana possono trasportare i resti dei frutti che mangiano - semi inclusi - fino a 65 km di distanza da dove li hanno raccolti, 30 volte più in là rispetto a quanto fanno gli uccelli dello stesso habitat (i quali, volando, percorrono distanze più lunghe; tuttavia, si "liberano" più spesso e più velocemente).

Vantaggio reciproco. I frutti nutrono gli animali e allo stesso tempo consentono alle piante di riprodursi in un areale più vasto rispetto alla pianta d'origine, lontano dai possibili patogeni dell'albero "madre". Il transito nell'intestino di grandi animali sembra inoltre dare ai semi una marcia in più: quelli che si trovano nel letame di elefante, per esempio, sembrano essere più protetti dall'attacco di coleotteri.

Tempi fisiologici. Katherine Bunney dell'Università di Cape Town in Sud Africa ha dapprima studiato il tempo medio di transito dei semi nei 20 metri di intestino degli elefanti. La maggior parte dei semi ingeriti viene liberata a terra entro 33 ore, gli ultimi rivedono la luce dopo circa 96 ore. Incrociando questi dati con quelli sui movimenti degli elefanti raccolti attraverso collari gps, l'ecologa ha calcolato la probabilità, per i semi, di essere depositati alle varie distanze.

Lontani per amore. Per ogni frutto mangiato, gli elefanti trasportano metà dei semi a 2,5 km dall'albero, e l'1% di essi a oltre 20 km dal punto d'origine. Ma se un elefante maschio ha, per esempio, necessità di spostarsi per cercare una partner, la dispersione dei semi può arrivare fino a 65 km di distanza.

Grandi trasportatori. Il sospetto è che per alcuni elefanti che devono viaggiare per trovare cibo e acqua, come quelli della Namibia, le distanze possano essere maggiori. Per i pachidermi della foresta invece, si attestano sui 5-6 km di media, data l'abbondanza di risorse disponibili nella macchia. Parlando invece di quantità, ogni elefante sposta quasi 3.200 semi al giorno. Un motivo in più per tutelare questi animali dalla frammentazione dell'habitat e dalla caccia di frodo.

12 aprile 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La morte atroce (e misteriosa) di Montezuma, la furia predatrice dei conquistadores, lo splendore della civiltà azteca perduta per sempre: un tuffo nell'America del sedicesimo secolo, per rivivere le tappe della conquista spagnola e le sue tragiche conseguenze. 

ABBONATI A 29,90€

Il ghiaccio conserva la storia del Pianeta: ecco come emergono tutti i segreti nascosti da milioni di anni. Inoltre: le aziende agricole verticali che risparmiano terra e acqua; i tecno spazzini del web che filtrano miliardi di contenuti; come sarà il deposito nazionale che conterrà le nostre scorie radioattive; a che cosa ci serve davvero la mimica facciale.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa sono i pianeti puffy? Pianeti gassosi di dimensioni molto grandi ma di densità molto bassa. La masturbazione è sempre stata un tabù? No, basta rileggere la storia della sessualità. E ancora: perché al formaggio non si può essere indifferenti? A quali letture si dedicano uomini e donne quando sono... in bagno?

ABBONATI A 29,90€
Follow us