Ecologia

Dispersione dei semi, il record è degli elefanti

I pachidermi della savana possono trasportare i semi dei frutti di cui si nutrono anche a 65 km di distanza: uno studio conferma il loro ruolo chiave nel mantenere la biodiversità. Come? Potete immaginarlo.

Il più grande animale di terra del Pianeta ha appena conquistato un altro record ufficiale: quello come più efficace dispersore di semi. Gli elefanti della savana possono trasportare i resti dei frutti che mangiano - semi inclusi - fino a 65 km di distanza da dove li hanno raccolti, 30 volte più in là rispetto a quanto fanno gli uccelli dello stesso habitat (i quali, volando, percorrono distanze più lunghe; tuttavia, si "liberano" più spesso e più velocemente).

Vantaggio reciproco. I frutti nutrono gli animali e allo stesso tempo consentono alle piante di riprodursi in un areale più vasto rispetto alla pianta d'origine, lontano dai possibili patogeni dell'albero "madre". Il transito nell'intestino di grandi animali sembra inoltre dare ai semi una marcia in più: quelli che si trovano nel letame di elefante, per esempio, sembrano essere più protetti dall'attacco di coleotteri.

Tempi fisiologici. Katherine Bunney dell'Università di Cape Town in Sud Africa ha dapprima studiato il tempo medio di transito dei semi nei 20 metri di intestino degli elefanti. La maggior parte dei semi ingeriti viene liberata a terra entro 33 ore, gli ultimi rivedono la luce dopo circa 96 ore. Incrociando questi dati con quelli sui movimenti degli elefanti raccolti attraverso collari gps, l'ecologa ha calcolato la probabilità, per i semi, di essere depositati alle varie distanze.

Lontani per amore. Per ogni frutto mangiato, gli elefanti trasportano metà dei semi a 2,5 km dall'albero, e l'1% di essi a oltre 20 km dal punto d'origine. Ma se un elefante maschio ha, per esempio, necessità di spostarsi per cercare una partner, la dispersione dei semi può arrivare fino a 65 km di distanza.

Grandi trasportatori. Il sospetto è che per alcuni elefanti che devono viaggiare per trovare cibo e acqua, come quelli della Namibia, le distanze possano essere maggiori. Per i pachidermi della foresta invece, si attestano sui 5-6 km di media, data l'abbondanza di risorse disponibili nella macchia. Parlando invece di quantità, ogni elefante sposta quasi 3.200 semi al giorno. Un motivo in più per tutelare questi animali dalla frammentazione dell'habitat e dalla caccia di frodo.

12 aprile 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi erano i gladiatori? Davvero lottavano sempre all’ultimo sangue? Con quali armi e tecniche combattevano? Perché gli imperatori investivano una fortuna sui loro spettacoli di morte? Entriamo negli anfiteatri della Roma imperiale per conoscere da vicino gli atleti più famosi dell’antichità. E ancora: come la moda del Novecento ha ridato la libertà alle donne; alla scoperta di Monte Verità, la colonia sul lago Maggiore paradiso di vegani e nudisti; i conflitti scoppiati per i motivi più stupidi; la guerra al vaccino antivaiolo dei primi no vax; le Repubbliche Sorelle.

ABBONATI A 29,90€
Focus e il WWF festeggiano insieme il compleanno: Focus è in edicola da 30 anni e il WWF si batte da 60 per la difesa della natura e degli ecosistemi. Insieme al WWF, Focus è andato nelle riserve naturali e nei luoghi selvatici del mondo per scoprire come lavorano i loro ricercatori e volontari per aiutare la Terra e i suoi abitanti. Inoltre: perché i cicloni sono sempre più violenti; perché la miopia sta diventando un'emergenza globale; come sarebbero gli alieni (se esistessero).
ABBONATI A 29,90€
Follow us