Ecologia

Da Milano un'app solidale contro lo spreco di cibo

L'applicazione Expolis è stata ideata da un volontario della Ronda della Carità Onlus di Milano per creare una rete che metta in contatto panettieri, Organizzazioni di volontariato e persone disposte a recuperare il pane in eccesso e portarlo dove serve

Roma, 21 nov. (AdnKronos) - Un'app per recuperare il pane 'avanzato' e donarlo a chi non ce l'ha. Un progetto della Ronda della Carità Onlus di Milano che coniuga l'aiuto a bisognosi e senzatetto alla lotta allo spreco di cibo.

L'applicazione Expolis è stata ideata da un volontario dell'associazione, nata nel 1998 con l'obiettivo di sostenere le persone senza dimora e in situazioni di povertà estrema presenti sul territorio della città. Grazie a uno smartphone, l'app vuole mettere in contatto panettieri, Organizzazioni di volontariato e persone disposte a recuperare il pane in eccesso e portarlo dove serve. Per fare questo, Expolis deve censire e geolocalizzare i luoghi dove si generano surplus di risorse e quelli dove il cibo può essere destinato. Deve, inoltre, individuare volontari per il recupero e il trasporto e collegare luoghi e persone attraverso la tecnologia mobile.

Il tutto, quotidianamente, prevede l'invio automatico di un sms a esercenti e volontari, la ricezione delle disponibilità e l'incontro di offerta e domanda. Ultimo step l'invio di un messaggio per dare istruzioni al volontario e informazioni al panettiere sul prelievo. Il pane raccolto verrà utilizzato subito o congelato.

Il progetto, che si inserisce, tra l'altro nella cornice tematica dell'Expo 2015 dedicato al tema 'Nutrire il pianeta', viene presentato oggi alla prima giornata di Giacimenti Urbani, un evento in programma a Milano fino al 23 novembre e nato per sensibilizzare sul valore degli scarti e dei rifiuti.

21 novembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us