Ecologia

Cosa sono gli incendi controllati (e perché sono a rischio per il cambiamento climatico)?

Gli incendi controllati sono preziosi per preservare gli ecosistemi, ma un nuovo studio avverte che, a causa del cambiamento climatico, il loro utilizzo sarà sempre più raro.

Chi ha detto che il fuoco sia sempre una cattiva idea per l'ambiente? Nel caso dei cosiddetti "fuochi controllati" o "fuochi prescritti", le fiamme possono addirittura diventare un argine per contenere i devastanti danni provocati dagli incendi boschivi. Ora, però, il cambiamento climatico potrebbe ridurre il loro utilizzo, ponendo gravi rischi ecologici.

Fuochi "buoni". Conosciuta ormai da decenni in tutto il mondo, la tecnica dei "prescribed fires" (fuochi prescritti) consiste nell'appiccare degli incendi in specifiche aree naturali. Lo scopo? Eliminare in anticipo la vegetazione secca in eccesso evitando così che foglie, erbe e arbusti possano trasformarsi in materiale altamente combustibile in grado di alimentare futuri incendi.

Oltre a ciò, i fuochi controllati servono anche a conservare l'habitat e a gestire le aree destinate alla pastorizia. Essendo potenzialmente pericolosi, i prescribed fires sono disciplinati da precise norme di sicurezza e possono essere accesi solo in presenza di specifiche condizioni climatiche tali da rendere "sicuro" il fuoco.

Difficile equilibrio. Nel dettaglio, se da un lato bisogna evitare l'eccessiva umidità (che renderebbe impossibile la combustione), dall'altro è necessario scongiurare che l'aria sia troppo secca o sia presente un vento forte (circostanze che invece potrebbero favorire uno sviluppo fuori controllo del fuoco). Proprio il raggiungimento di questo delicato equilibrio è messo seriamente in discussione dal cambiamento climatico. A lanciare l'allarme è stato uno studio condotto dall'Università della California e pubblicato sulla rivista Communications Earth and Environment che ha analizzato la frequenza dei fuochi prescritti rispetto all'aumento delle temperature previsto nei prossimi anni, prendendo in esame questo Stato che si trova nella parte occidentale degli Stati Uniti.

Situazione critica. Stando alle proiezioni scientifiche più ottimiste, entro il 2060 dovremmo assistere a un aumento della temperatura pari a 2 gradi Celsius (3,6 gradi Fahrenheit). Se ciò si verificasse, i giorni in cui le condizioni climatiche sarebbero adatte ad appiccare i fuochi prescritti si ridurrebbero in media del 17%, soprattutto nella stagione primaverile e in quella estiva, ovvero nei periodi in cui vengono principalmente effettuati.

Al contrario, in inverno assisteremmo a una crescita netta del 4% dei giorni favorevoli agli incendi controllati. La ricerca mette peraltro in guardia sull'aumento generale del numero dei roghi in aree boschive, incoraggiando l'utilizzo di strumenti per limitarli. Non si tratta tuttavia di un fenomeno che interessa solo gli Stati Uniti: secondo l'ultimo report dell'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) nel 2023, anche in Italia è aumentata la superficie del Paese soggetta a incendi boschivi.

22 ottobre 2023 Massimo Manzo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us