Ecologia

Cop21, mobilitazione di piazza: Coalizione italiana clima in pressing per raggiungere buon accordo

Roma, 24 ott. - (AdnKronos) - A 36 giorni alla COP21 la Coalizione italiana Clima si mobilita perché, grazie alla pressione dell’opinione pubblica e delle organizzazioni della società civile, si riesca a strappare alla Conferenza sul clima di Parigi, un accordo equo e legalmente vincolante.

Università, piazze, cinema, scuole, aziende, centri sportivi sono i luoghi della mobilitazione in corso questo weekend in diverse città d’Italia. Padova, Bologna, Acerra, Bari, Brindisi, Milano, Roma, Firenze, Grosseto, Chieti ma non solo. Gli appuntamenti - flash mob, mostre fotografiche, proiezioni di film, incontri pubblici, seminari e blitz di 'guerilla gardening' - sono coordinati dalle diverse organizzazioni che aderiscono alla Coalizione italiana clima, nata al fine di sensibilizzare i cittadini sui cambiamenti climatici e sull’importanza degli esiti della Conferenza sul clima di Parigi.

Un impegno, individuale e comune che cresce in vista della Global Climate March che si svolgerà in molti Paesi il 29 novembre, alla vigilia dell’apertura dei lavori della COP21.

Per informare sulla riduzione dei gas serra necessaria a contenere almeno entro i due gradi centigradi l’innalzamento della temperatura globale e per sollecitare una riflessione quanto più partecipata possibile sulla gestione delle risorse e del territorio, la società civile si mobilita, dunque, su più fronti. E chiede al governo italiano di impegnarsi nelle trattative affinché si sottoscriva a Parigi un accordo equo e ambizioso.

Purtroppo, l’ultimo round negoziale sull’accordo da approvare nella capitale francese, che si è concluso ieri a Bonn, lascia ancora aperti diversi aspetti cruciali, tra cui, in particolare, l’aiuto finanziario per l’azione climatica ai Paesi in via di sviluppo. E alle organizzazioni non governative, che finora avevano partecipato ai negoziati in qualità di osservatori, questa volta non è stata consentita la partecipazione.

24 ottobre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us