Ecologia

Con una 'casa dell'acqua' 200mila bottiglie in meno

La proiezione fatta da OroBlu point, divisione di Gb.Com

Roma, 4 dic. (AdnKronos) - Un abbattimento delle emissioni di CO2 di oltre 73mila tonnellate all’anno: un risultato possibile se in ognuno degli oltre 8mila Comuni italiani ci fosse una casa dell’acqua. È la proiezione fatta da OroBlu point divisione di Gb.Com, azienda bresciana appartenente alla Bonazzoli Group specializzata nella realizzazione di case dell’acqua.

"A Parigi si parlerà, come giusto, di macroscenari e di azioni da intraprendere a livello globale - osserva Andrea Zennaro, responsabile commerciale di OroBlu point - ma è importante sapere e considerare le possibilità di fare qualcosa di veramente utile per l’ambiente anche nella nostra vita di tutti giorni. In questo senso le case dell’acqua sono un esempio di buone pratiche, sensibilizzando i cittadini al risparmio di plastica e di energia".

Gb.Com ha registrato nelle oltre 200 case dell’acqua realizzate e installate, in prevalenza nel Nord est, un prelievo medio annuo di 300mila litri, l’equivalente di 200mila bottiglie da 1,5 litri in Pet per le quali occorrono 1380 kg di CO2 per la produzione e 7800 kg per il trasporto.

"La diffusione delle case dell’acqua negli ultimi anni ha conosciuto una crescita molto marcata, pur con differenze significative fra Nord e Sud della Penisola - continua Zennaro - Guardate inizialmente con una certa dose di diffidenza, oggi sono entrate nel paesaggio urbano di tante realtà italiane. Basti pensare che nel maggio 2010 erano 213 e oggi, con 1300 unità, sono più che sestuplicate". In queste strutture, l'acqua subisce un processo di microfiltrazione e si pagano 5-8 centesimo al litro.

4 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us