Ecologia

Coca-Cola Hbc Italia-Autogrill-Banco Alimentare, 300mila pasti per famiglie in difficoltà

Per donare 300mila pasti. L’iniziativa coinvolgerà più di 400 punti vendita

Roma, 10 nov. (AdnKronos) - Insieme per la lotta allo spreco alimentare e il sostegno alle famiglie in difficoltà. Coca-Cola Hbc Italia, principale produttore e distributore dei prodotti a marchio The Coca-Cola Company nel Paese, e Autogrill sostengono le attività di Banco Alimentare: fino al 30 novembre, parte del ricavato ottenuto dalla vendita del Menu Perfetto presso oltre 400 bar snack Acafé verrà infatti devoluta a Banco Alimentare.

La somma verrà impiegata da Banco Alimentare per raccogliere e distribuire 150mila kg di alimenti, corrispondenti a 300mila pasti equivalenti (un pasto equivalente corrisponde a un mix di 500 gr di alimenti), alle famiglie in difficoltà nel nostro Paese.

Banco Alimentare dal 1989 recupera in Italia alimenti ancora integri e non scaduti che sarebbero però destinati alla distruzione, perché non più commercializzabili. Salvati dallo spreco, riacquistano valore e diventano risorsa per chi ha troppo poco. "La povertà alimentare colpisce in Italia oltre 4,5 milioni di persone - dichiara Andrea Giussani, presidente di Fondazione Banco Alimentare Onlus - Siamo felici che aziende così importanti, come Coca-Cola Hbc Italia e Autogrill, abbiano deciso di stare al nostro fianco dando un aiuto concreto alle persone in difficoltà sul territorio".

"Riteniamo che la lotta agli sprechi sia un elemento non solo di responsabilità sociale d’impresa ma di civiltà. Questa iniziativa è un’occasione importante per sensibilizzare i nostri consumatori sul tema e per sostenere Banco Alimentare, una realtà con cui condividiamo il forte radicamento territoriale", afferma Giangiacomo Pierini, direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione Coca-Cola Hbc Italia.

10 novembre 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us