Ecologia

Coca Cola e il rapper will.i.am per l'ambiente

Vero impegno o solo greenwashing?

di
La multinazionale delle bevande lancia, insieme al fondatore dei Black Eyed Peas, il marchio Ekocycle. Produrrà gadget con materiali riciclati. Coca Cola diventa eco?

"Coca Cola si impegna per l'ambiente o per la propria immagine?"

Ekocycle -

will.i.am

diffondere la cultura del riciclo dei materiali

Green non è cool - Sulla attuale scarsa attrattiva dei prodotti realizzati con materiali riciclati, will.i.am ha le idee molto chiare: «Se pensi a questi prodotti oggi, nessuno di loro è cool. Dobbiamo mettere un po' di sensibilità artistica e modaiola in questa tecnologia così da trasformare una bottiglia in qualcosa di figo». Una vera e propria - e anche apertamente dichiarata - operazione di immagine nella quale Coca Cola ha intenzione di spendere circa un milione di euro in cinque anni. I prodotti realizzati saranno di alta gamma: il primo è una cuffia firmata dal rapper Dr.Dre che verrà venduta a 349 dollari.

Greenwashing? - Conoscendo il mestiere che fa Coca Cola, però, tutto ciò puzza un po' troppo di greenwashing. L'impressione è che, più che l'ambiente, il marchio delle bibite voglia aiutare la sua immagine dandosi un tono green grazie all'appoggio ai materiali riciclati. Il che fa a pugni, per esempio, con la tendenza sempre più diffusa negli Stati Uniti a rifiutare del tutto le bibite in bottiglia usa e getta - basti pensare al movimento "Ban The Bottle" che sta spopolando nei campus universitari - in favore della vecchia bottiglia di vetro riutilizzabile. Se Coca Cola avesse voluto davvero far bene all'ambiente, avrebbe potuto riempire l'America e il mondo di distributori rossi di bibite sfuse. Per non parlare, poi, delle pesanti accuse di inquinamento che la multinazionale riceve in paesi lontani dai media occidentali. In India, per esempio, Coca Cola Company è stata condannata a pagare 352 milioni di dollari di risarcimento a una comunità locale per aver prosciugato e inquinato la falda acquifera con una delle sue fabbriche. (sp)

6 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us