Ecologia

Ci sarà abbastanza acqua in futuro?

Il Water Scarcity Atlas è uno strumento facile da usare, per tutti: mostra quanta acqua abbiamo consumato in passato e quanta ne consumeremo a seconda delle scelte che faremo.

In Europa ognuno di noi utilizza dai 3.000 ai 5.000 litri di acqua al giorno: una quantità imponente, sorprendente, ben nascosta nei nostri alimenti. La stragrande parte di questa cascata d'acqua è infatti usata per la produzione di cibo, dall'agricoltura all'allevamento all'industria dell'alimentazione: un immenso consumo d'acqua che avviene lontano dai nostri occhi. Nel contempo, le risorse idriche limitate diventano sempre più un problema preoccupante considerando anche la crescita della popolazione mondiale e i cambiamenti climatici - che causano siccità durature a nord e a sud del pianeta.

Le ricerche e gli studi che sottolineano la situazione e suggeriscono come ridurre i consumi di acqua sono numerosi, e troppo spesso inascoltati.

Un Atlante per tutti. Un gruppo di ricercatori della Aalto University (Finlandia) ha forse trovato un modo semplice per comunicare al meglio le questioni legate all'acqua: il Water Scarcity Atlas, un sito web interattivo che, meglio di altre iniziative, permette di capire l'entità del problema posto dalla scarsità di acqua nelle varie regioni del mondo e cosa si potrebbe fare.

Global Water Scarcity Atlas, Atlante mondiale della scarsità di acqua
Le aree sotto stress per carenza di acqua all'inizio del secolo scorso. © Global Water Scarcity Atlas

Joseph Guillaume, uno dei ricercatori, sottolinea una verità tanto ovvia quanto ignorata: «Le scelte che le popolazioni del nord del pianeta fanno quotidianamente hanno ripercussioni importanti sull’altra parte del mondo. Comprendere come l’impatto delle azioni di ciascuno ha sulla scarsità d’acqua è il primo fondamentale passo per dare una forma al futuro. Volevamo realizzare uno strumento che permettesse a tutti, e non solo agli scienziati, di capire se le scelte che di giorno in giorno si fanno siano o meno "sostenibili": crediamo di esserci riusciti».

Che fare? L’atlante mostra come l'andamento della disponibilità/scarsità di acqua negli ultimi cento anni e i potenziali scenari per il resto di questo secolo. Giocando con le varie scelte disponibili si possono esplorare diversi scenari e verificare come le diverse diete alimentari possono incidere in modo significativo sulle risorse idriche dell'intero pianeta.

Global Water Scarcity Atlas, Atlante mondiale della scarsità di acqua
Le aree sotto stress per carenza di acqua ai giorni nostri. © Global Water Scarcity Atlas

«Mangiare meno carne e ridurre a zero lo spreco alimentare può ridurre di molto il consumo di acqua pro capite giornaliero», spiega il ricercatore facendo riferimento a quei 3.000-5.000 litri al giorno. «Se non si capisce questo è difficile poi trovare un equilibrio tra i bisogni ambientali e quelli umani, soprattutto nelle regioni del mondo dove c’è maggiore scarsità d’acqua. Il compito di ciascuno di noi è anche quello di indirizzare allevatori e agricoltori verso scelte più sostenibili, anche attraverso i nostri consumi: il primo passo può essere fatto da ognuno di noi ed è forse il più importante».

12 novembre 2018 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita, privata e politica, di Winston Churchill, il grande statista inglese che ha salvato il mondo dalla follia di Hitler. Il segreto della sua forza, le – non poche – debolezze, l'infanzia e i talenti dell'inquilino più famoso di Downing Street. E ancora: come nel 1021 il vichingo Leif Eriksson “scoprì” l'America; nella Vienna di Klimt; tutti gli inquilini del Quirinale; Tangentopoli e la fine della Prima Repubblica.

ABBONATI A 29,90€

Il lockdown e la rivoluzione digitale stanno cambiando il nostro modo di curarci. Ecco come gestire al meglio televisite e bit-terapie. Inoltre, gli impianti nucleari di nuova generazione; la prima missione del programma Artemis che ci riporterà sulla Luna; i vaccini e le infinite varianti del Coronavirus

ABBONATI A 31,90€
Follow us