Ecologia

Case galleggianti contro il riscaldamento globale

Nuova tecnica per costruire case!

Un nuovo progetto per costruire future case galleggianti potrebbe essere la risposta all’innalzamento delle acque causato dal riscaldamento globale: verrà applicato in Olanda e ricorda, in parte, Venezia.

“Un progetto olandese costruirà edifici con fondamenta in grado di fluttuare sull’acqua”

Non solo Italia - Venezia potrebbe infatti perdere in futuro il primato di città galleggiante sul nostro pianeta: il progetto Floatec intende sviluppare una nuova tipologia di abitazioni anfibie disegnate per galleggiare sulla superficie del mare. Il mercato principale potrebbe essere l’Olanda, paese dove gli abitanti sono da tempo abituati a contendere il proprio spazio vitale con le acque del mare.

Livello dell’acqua – Ma la tecnologia di Floatec potrebbe essere applicata anche ad altre zone geografiche del pianeta: ad esempio nei piccoli arcipelaghi dell’Oceano Pacifico ed Indiano, che rischiano di scomparire nei prossimi 100 anni proprio a causa del riscaldamento globale.

Edifici anfibi - Il progetto è sviluppato in collaborazione con Dura Vermeer, una società dei Paesi Bassi che da 12 anni lavora nel settore delle costruzioni galleggianti, le cui fondamenta erano finora costruite da molteplici livelli di una speciale plastica ad iniezione.

Nuove case - Per poter progettare edifici fluttuanti di maggiori dimensioni, come condomini e abitazioni per più nuclei familiari, Dura Vermeer ha lavorato con le aziende spagnole Acciona Infrastructures e Solintel, ed è riuscita a sviluppare una nuova metodologia di costruzione che sfrutta il polystyrene espanso: permette di creare fondamenta galleggianti che possono far galleggiare costruzioni di dimensioni più generose, creando così una vera città in grado di galleggiare sull’acqua. (ga)

5 settembre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us