Ecologia

Calvi Risorta, Galletti: "Indignato, uno scempio del nostro Paese"/Video

Terra dei fuochi, scoperta la discarica sotterranea più grande d'Europa

Roma, 17 giu. - (AdnKronos) - "Esprimo tutta la mia indignazione. Parliamo di un'area di 25 ettari sulla quale negli ultimi 35 anni sono stati interrati, probabilmente e lo scopriremo alla fine delle verifiche che stiamo facendo, rifiuti industriali. Siamo di nuovo a uno scempio del nostro Paese fatto probabilmente da operatori industriali. Questo è il primo dato intollerabile". Così il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti al termine della riunione tecnica sulla discarica illegale di Calvi Risorta, convocata oggi presso il suo dicastero. (Video) "Il primo segnale lo abbiamo dato con la legge sugli ecoreati: li puniremo con la massima severità".

"Stiamo procedendo con le verifiche con il Corpo Forestale dello Stato per verificare entità della zona e tipologia dei rifiuti interrati che secondo le prime analisi sarebbero solo industriali", aggiunge Galletti che rassicura: "non ci sono falde acquifere sottostanti l'area né zone coltivate quindi possiamo rassicurare sia su un eventuale inquinamento delle acque sia su problemi di immissione sul mercato di prodotti agricoli inquinati".

Questi i passi successivi indicati dal ministro: "Finire la verifica dell'entità dei rifiuti interrati; dal punto di vista amministrativo includeremo la zona tra quelle interessate dal decreto Terra dei Fuochi; stiamo intensificando la collaborazione con tutti i soggetti coinvolti: Guardia di Finanza, Noe, ministero e poi gli enti locali". Sui tempi "difficile stabilirli oggi per la fase di monitoraggio", ma se le condizioni meteorologiche consentiranno di lavorare al meglio e tutti i rifiuti risulteranno essere della stessa tipologia di quelli rinvenuti finora "in un mese, massimo due, potremo avere le idee più chiare. Per adesso possiamo escludere la presenza di rifiuti radioattivi".

17 giugno 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us