Ecologia

Buste di plastica, il 36% degli italiani le riceve ancora dai negozianti

Roma, 8 giu. - (AdnKronos) - Nonostante il divieto, in Italia circolano ancora troppe buste di plastica tanto che alla domanda “ti capita o ti è capitato di ricevere dai negozianti dei sacchetti di plastica per trasportare gli acquisti?”, quasi il 36% degli italiani ha risposto “sempre” e “spesso”; il 38,5% “qualche volta” e solo il 7,7% ha detto “mai”. I dati arrivano da un’indagine realizzata dall’Onf, l’Osservatorio nazionale Federconsumatori, che fa il punto a 4 anni dalla legge che vieta l’utilizzo degli shopper di plastica usa e getta.

In particolare, dall’indagine emerge che gli italiani sono a conoscenza dell’esistenza della legge anche se non la conoscono nel dettaglio e quasi il 70% dichiara di utilizzare “spesso” e “sempre” le buste riutilizzabili per trasportare gli acquisti. “Una buona abitudine ma da dove viene la plastica riciclata per le sporte riutilizzabili?” domanda Simonetta Cervellina, vicepresidente di Federconsumatori che all’Adnkronos spiega che, dato che l’Italia non ricicla tutta questa plastica, si fa riferimento ad altri mercati “e siamo sicuri che si tratta di una plastica che non ha subito trasformazioni chimiche dannose per la salute?”

I supermercati, sottolinea Cervellina, “sono molto attenti a questa tematica. Per questo abbiamo suggerito alla Gdo di ‘ricompensare’ il consumatore che riconsegna la busta riutilizzabile giunta a fine vita, con una nuova”. L’idea al momento “non è stata accolta ma noi siamo testardi e puntiamo a riproporla”.

8 giugno 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us