Ecologia

Il bus che va a... cacca. Ovvero biocarburante verde dalla toilette

Messo a punto nel Regno Unito un biometano ricavato da residui di fogna e scarti alimentari. Viene utilizzato come carburante per gli autobus e come gas domestico. Ma... la puzza?

Inquina poco, consuma poco e, a detta di chi ci è salito, non puzza neanche un po’: stiamo parlando del nuovo autobus a biometano che collega la cittadina inglese di Bath con l’aeroporto di Bristol.


E la considerazione olfattiva non è affatto di poco conto visto che il gas utilizzato dal mezzo è ottenuto da residui organici di origine umana (sì, insomma… le feci recuperate dalle fogne), scarti di cibo e altre sostanze di rifiuto dell’industria alimentare.

Batteri buoni. Questo disgustoso miscuglio viene trasformato in metano e CO2 all’interno di speciali vasche di fermentazione, grazie alla collaborazione di batteri anaerobici. Al termine del processo la CO2 viene eliminata e si aggiunge del gas propano. Un ultimo passaggio tra potenti filtri elimina le impurità e di consguenza (e per fortuna) anche la puzza.

GENeco, l’azienda che porta avanti il progetto, produce ogni anno oltre 17 milioni di metri cubi di biometano, sufficienti a soddisfare le esigenze energetiche di oltre 8.000 abitazioni. E da qualche giorno il biogas di GENeco viene pompato anche nella rete di distribuzione domestica. Quindi, con buona pace dei più schizzinosi, viene utilizzato anche per cucinare.

Quanta ne fai? Secondo i calcoli dei ricercatori ogni anno ciascuno di noi produce scarti organici e avanzi di cibo sufficienti per far percorrere a un autobus circa 30 km: ciò significa che una famiglia di 5 persone può contribuire, in media, a un pieno del mezzo. Non poco!

«Il biometano di origine umana può soddisfare il 10% delle necessità energetiche complessive del Regno Unito», ha spiegato alla stampa Charlotte Morton, manager della Anaerobic Resources and Biodigestion Association. «L’autobus dimostra che anche quello che c’è nelle nostre fogne e nelle nostre pattumiere può trasformarsi in una risorsa importante per l’ambiente e per il portfogli».

21 novembre 2014 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us