Ecologia

Basta carbone, la petizione del Wwf a Renzi in vista di Cop21

Appello in vista di Cop 21

Roma, 17 set. - (AdnKronos) - Una petizione online per chiedere al presidente del Consiglio Matteo Renzi un piano di uscita dal carbone. In vista della Cop21 di Parigi, il Wwf Italia lancia un countdown online e chiede di sottoscrivere la richiesta della 'decarbonizzazioine' dell'energia e dell'economia in Italia.

Secondo la onlus ambientale, il combustibile fossile più inquinante per clima, salute e ambiente è proprio il carbone: la sua combustione provoca ogni anno in Europa 23.300 morti premature. La richiesta del Wwf fa appello alle parole di Renzi del 22 giugno scorso: “Per i prossimi sei mesi il clima è una priorità politica italiana. Oggi il nostro nemico è il carbone”.

Per sensibilizzare sull'argomento, Wwf ha rilanciato una mappa dei 20 maggiori disastri naturali, alcuni dei quali legali ai cambiamenti climatici. I dati elaborati - riferiti al periodo 2008-2013 - sono dell'Internal Displacement Monitoring Centre. Le inondazioni avrebbero coinvolto 93.8 mln di persone, le tempeste 44.9 mln, i terremoti 23.8 mln, le temperature estreme e gli incendi 1.1 mln, le frane 589mila e le eruzioni vulcaniche 567mila.

Nel 2014, secondo la stessa fonte, i rifugiati a causa di disastri ambientali sono stati oltre 19 milioni. Con l'aumento di 2°C della temperatura globale l’Antartico potrebbe perdere il 75% dei pinguini di Adelia; senza ghiaccio nel 2050 i due terzi degli orsi polari esistenti potrebbero estinguersi.

La transizione verso un mondo a carbonio zero sarebbe fondamentale per limitare il riscaldamento globale sotto i 2 °C. Se la rotta non verrà invertita - avverte ancora il Wwf - il numero delle vittime ambientali è destinato ad aumentare.

17 settembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us