Ecologia

Autunno caldo, ecco i consigli per risparmiare il 15% in bolletta

Ancora per i prossimi giorni temperature miti, inutile accendere i riscaldamenti in casa e in ufficio

Roma, 14 ott. - (AdnKronos) - Complici le temperature al di sopra della media stagionale, anche nei prossimi giorni, seguendo alcuni pratici consigli, è possibile evitare sprechi e inquinamento. Lasciamo spenti i termosifoni e con piccoli accorgimenti potremo risparmiare fino al 15% sulla bolletta e aiutare l’ambiente: è il consiglio di Legambiente, Climate Consulting e Rete Irene a cittadini e amministratori alla vigilia dell’accensione delle caldaie per riscaldare case e stabili pubblici. Da domani, infatti, a Milano e in gran parte della Pianura lombarda si potranno accendere i riscaldamenti, ma il calendario delle caldaie non viaggia di pari passo con l’andamento del clima.

I mese di ottobre 2014 ha infatti mostrato finora temperature medie di poco inferiori ai 19°C, valori superiori di circa 2-3 gradi rispetto a quelli tipici del periodo. Questa situazione, secondo i professionisti di Climate Consulting, equipe professionale che elabora e fornisce dati climatologici, è destinata a durare ancora per diversi giorni, rendendo inutile il ricorso all'impianto di riscaldamento in case e in ufficio.

“L’ultima decade presenta anomalie termiche positive di oltre 2°C circa rispetto alle medie e di quasi 4°C rispetto alle minime di riferimento per questo periodo a Milano città – dichiara Pamela Turchiarulo di Climate Consulting – I modelli previsionali per i prossimi giorni indicano che le temperature sono destinate a mantenersi su questi livelli se non addirittura a salire".

"Le tabelle climatiche di riferimento - aggiunge Samantha Pilati di Climate Consulting - in base a cui ogni Comune italiano identifica la stagione del riscaldamento e dunque pianifica l’accensione degli impianti, sono ormai piuttosto datate risalendo alla prima metà degli anni ’90. Il clima è cambiato, come testimonia il fatto che le temperature di questo periodo negli anni recenti, compreso quello attuale, si sono praticamente sempre attestate al di sopra delle medie di riferimento 1971-2000”.

La mitezza di questo autunno consiglia di guardare al termometro, anziché al calendario, per decidere se è il momento di rimettere in funzione gli impianti termici della città. Questa è l'indicazione che Legambiente dà a tutti i gestori di impianti termici, siano caldaie di singole utenze o grandi reti condominiali, impianti di complessi industriali o terziari, uffici pubblici.

“Il primo consiglio che ci sentiamo di dare a tutti i milanesi è quello di tenere spenta la loro caldaia - dichiara Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia - il secondo, è di dotare il proprio impianto di buoni sistemi di termoregolazione, specialmente nei luoghi di lavoro e negli uffici pubblici, per evitare di avere locali inutilmente surriscaldati.

Un autunno mite permette di risparmiare sulle spese di riscaldamento e di evitare di contribuire all'inquinamento atmosferico, perché non approfittarne?”. L'associazione ha inviato una richiesta all'assessore Maran per chiedere di tenere spenti gli impianti negli edifici pubblici e per aggiornare le scadenze di accensione e spegnimento, tenendo conto delle nuove evidenze climatiche

Ed ecco i consigli per evitare sprechi ed emissioni inquinanti in vista dell'inverno: regolare i termostati per una temperatura interna di non oltre 20°C, in caso di impianto con cronotermostato impostare temperature più basse per le ore notturne e per quando si è fuori casa; se sono state installate valvole termostatiche ai termosifoni, regolarle su temperature più basse nella zona notte; ispezionate i serramenti per individuare spifferi e chiuderli; provvedete alla verifica (obbligatoria con cadenza biennale) dell'impianto termico e dei fumi.

Regolare la temperatura dell'acqua calda sanitaria a 40°C; sostituire scaldacqua o caldaie elettrici con impianti a gas ad alta efficienza; in caso di impianto autonomo, regolare la temperatura dell'acqua più bassa possibile, e comunque sotto i 50°C; effettuate il ricambio d'aria spalancando le finestre solo per pochi minuti, possibilmente nel primo pomeriggio; collocare pannelli isolanti all'interno delle casse degli avvolgibili, tra i termosifoni e le pareti esterne, ed eliminate tutto ciò che può ostacolare la circolazione dell'aria tra gli elementi riscaldanti e al di sopra del termosifone.

Non dimenticare i consumi elettrici: sostituire lampade a incandescenza o alogene con luci a led di buona qualità, scegliere nuovi elettrodomestici solo in classe A o superiore, spegnere gli stand by, aprire lo sportello del frigorifero solo per lo stretto indispensabile.

14 ottobre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us