Ecologia

Aumentano le emissioni di un potente gas serra

Record negativo - a sorpresa - per le emissioni di HFC-23, un gas climalterante 12.400 volte più dannoso della CO2 quanto a potere di riscaldamento.

Un gas serra deleterio per gli effetti sulle temperature terrestri, che si pensava essere diminuito negli ultimi anni, ha raggiunto invece i massimi livelli mai registrati. Le emissioni di trifluorometano o fluoroformio (HFC-23), un gas della famiglia degli idrofluorocarburi, hanno raggiunto nel 2018 il valore record di 15.900 tonnellate. Per capire lo sconforto causato dalla notizia, riportata su Nature Communications, basti pensare che una sola tonnellata di questo composto provoca lo stesso effetto serra di oltre 12 mila tonnellate di CO2.

Sottoprodotto. I ricercatori dell'Università di Bristol (Regno Unito) se ne sono accorti analizzando i dati acquisiti tra il 2007 e il 2018 da cinque stazioni dell'Advanced Global Atmospheric Gases Experiment (AGAGE), un progetto che misura la concentrazione di gas serra in varie parti del mondo. L'HFC-23 è un gas che ha limitate applicazioni in ambito industriale e con una produzione "diretta" molto contenuta; è però emesso in atmosfera durante la sintesi di un altro gas, il clorodifluorometano (HCFC-22), impiegato nei sistemi refrigeranti e ancora sfruttato in alcuni Paesi in via di sviluppo.

Andamento imprevisto. India e Cina, i maggiori produttori di HFC-23, avevano annunciato già nel 2015 piani ambiziosi per contenere le emissioni di questo gas. Anche se lo studio non è risalito alla fonte diretta dell'inquinante, l'Environmental Investigation Agency, una Ong internazionale che vigila sugli illeciti ambientali, è convinta che la Cina abbia una responsabilità maggiore nelle emissioni del gas in quanto detiene il 68% di capacità produttiva di HFC-22. In virtù dei provvedimenti annunciati, si pensava che tra il 2015 e il 2017 le emissioni globali di HFC-23 fossero calate di quasi il 90%. Invece - amara sorpresa - non solo sono cresciute, ma hanno anche toccato un picco mai visto.

Promesse da mantenere. La mancata riduzione, e anzi la crescita di questo gas dall'elevato impatto climatico hanno implicazioni sul rispetto del Protocollo di Montreal, l'accordo internazionale del 1987 famoso per aver vietato l'uso di clorofluorocarburi, le sostanze responsabili dell'assottigliamento dell'ozono atmosferico. Un emendamento all'accordo firmato nel 2016 a Kigali, in Ruanda, aveva stabilito invece una graduale riduzione di un altro tipo di gas, gli idrofluorocarburi (HFC): queste sostanze non sembrano erodere l'ozono atmosferico, ma per il loro contributo all'effetto serra sono complessivamente responsabili dell'8% dell'impatto umano sui cambiamenti climatici.

«Per rispettare l'Emendamento di Kigali al Protocollo di Montreal, i Paesi che hanno ratificato l'accordo dovranno distruggere l'HFC-23 il prima possibile» spiega Kieran Stanley, primo autore dello studio. «Anche se Cina e India non sono ancora vincolate dall'emendamento, l'abbattimento di cui hanno parlato le avrebbe messe sulla buona strada per essere in linea con Kigali.

Tuttavia, sembra che ci sia ancora del lavoro da fare».

14 febbraio 2020 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us