Ecologia

Il pianeta dei dinosauri è stato soffocato dalla polvere

Dopo l'impatto dell'asteroide lo scenario sul pianeta è quello di un vero e proprio inverno nucleare, che ha ricoperto il mondo di cenere.

Anche se la maggior parte dei paleontologi ritiene molto probabile che l’estinzione dei dinosauri sia avvenuta in seguito alla caduta di un meteorite, non è chiaro cosa possa essere successo nei giorni successivi all'evento. Uno studio condotto da fisici dell’atmosfera statunitensi aiuta a interpretare lo scenario di quel tempo, anche se si tratta solo di un modello.

Secondo i ricercatori, la caduta del meteorite di circa 66 milioni di anni fa ha provocato immensi incendi globali della vegetazione, con la generazione di circa 15.000 teragrammi (15 miliardi di tonnellate) di cenere. Lo studio è stato pubblicato su Proceedings of the national academy of sciences (qui l'abstract, in inglese).

Cieli neri. Questa immensa quantità di materiale bruciato si è alzata nell’atmosfera e ha avuto effetti su tutto il pianeta. Per esempio, ha bloccato la radiazione solare, abbassando la temperatura della Terra di 28 °C, e quella degli oceani di 11 °C. Nell’alta atmosfera la cenere si è legata all’acqua e ha provocata l’assottigliamento dello strato di ozono (fino alla sua scomparsa): in seguito a ciò, le radiazioni ultraviolette hanno colpito la terra con una potenza fino a quel momento sconosciuta, dalla nascita della vita in poi.

Con il mantello di cenere a coprire il Sole, la fotosintesi è stata impossibile e la vita vegetale si è bloccata per oltre un anno e mezzo. Anche le specie animali che dipendevano dai vegetali (in pratica, tutti gli animali) furono colpiti dal blocco della fotosintesi: gli erbivori non avevano più cibo, e con la loro scomparsa si estinsero anche i carnivori.

Lo stesso accadde per la biomassa del fitoplancton oceanico, portando al collasso anche la catena alimentare degli oceani.

Lenta rinascita. Il ritorno alla normalità avvenne, secondo questo modello, in un periodo non inferiore a una decina di anni, con lunghe piogge che lavarono l’atmosfera. Gli animali e le piante che resistettero all’evento furono le specie più piccole, che potevano resistere a lunghi periodi di digiuno attraverso l’ibernazione o perché avevano un metabolismo piuttosto lento.

È per questo che le specie più grosse e appariscenti, come i dinosauri (esclusi alcuni uccelli), scampati agli effetti più diretti dell'impatto del meteorite non riuscirono però a sopravvivere all’enorme sconvolgimento dell’ecologia del pianeta.

1 settembre 2017 Marco Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us