Ecologia

Assalto alla "sete"

Un'Africa assetata rischia la crisi alimentare. Ecco le soluzioni proposte dagli scienziati.

Assalto alla "sete"
Un'Africa assetata rischia la crisi alimentare. Ecco le soluzioni proposte dagli scienziati.

Una coltivazione sperimentale dell'ICRAF in Kenia.
Una coltivazione sperimentale dell'ICRAF in Kenia.

L'Africa ha sete e fame. E nel futuro la situazione è destinata a peggiorare. È questo l'allarme lanciato da un gruppo di scienziati del CGIAR (Consultative Group on International Agricultural Research).
Se i consumi d'acqua e soprattutto gli sprechi continueranno con gli stessi ritmi di oggi, si può prevedere che nel 2025 ci sarà penuria d'acqua per una persona su tre in tutto il mondo. La situazione sarà ancora più drammatica in Africa dove la produzione agricola potrebbe crollare del 23 per cento proprio a causa della scarsità d'acqua.


UN MONDO D'ACQUA
Rappresenta soltanto lo 0,6% del volume del nostro pianeta. È una risorsa rara e preziosa. Quanta ne abbiamo? Come la utilizziamo? E chi la spreca.
LE GUERRE DELL'ACQUA
Provoca guerre e viene usata come arma strategica per vincerle. Negli ultimi 40 anni l'acqua è stata al centro di più di 50 conflitti nel corso dei quali spesso si sono usate le armi.

Agricoltura e acquacoltura. Per questo motivo gli esperti hanno messo a punto un programma, chiamato Challenge Program on Water and Food, che ha l'obiettivo di "produrre più cibo con meno acqua", tramite l'individuazione di metodi e tecnologie ad hoc. Il progetto di ricerca esaminerà come aumentare le estensioni e la produttività dei campi di grano utilizzando meno acqua e come utilizzare al meglio le piene dei fiumi con i sistemi di acquacoltura. Inoltre si cercherà di trovare modalità multiple e diversificate per la raccolta delle acque piovane che insieme a sistemi integrati di gestione dei fiumi e bacini presenti in Africa permetterà un minor spreco d'acqua.
Miraggio "acqua". Il consumo di acqua nel mondo negli ultimi anni è aumentato di sei volte, a un ritmo che è più del doppio del tasso di crescita della popolazione. A livello mondiale il 70% delle risorse idriche vengono consumate per l'agricoltura, il 20% per l'industria e il 10% per altri usi. Gli scienziati sostengono che puntare maggiormente sui campi di grano (che sono più resistenti ai problemi di siccità) e sulla combinazione tra agricoltura e acquacoltura potrebbe garantire ai paesi africani un maggior grado di autosufficienza e, conseguentemente, una minore dipendenza dagli aiuti finanziari internazionali.

(Notizia aggiornata il 9 dicembre 2003)

24 novembre 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us