Ecologia

"Un accordo vincolante e stop al carbone", le aspettative degli ambientalisti per Cop 21

Roma, 29 nov. -(AdnKronos) - Arrivare a un trattato giuridicamente vincolante per tutti i Paesi che possa contenere l'incremento della temperatura del pianeta entro 1,5, massimo 2 gradi C, dire stop all'era dei combustibili fossili per tagliare drasticamente le emissioni di gas serra e puntare su un'energia 100% rinnovabile. Sono queste alcune delle istanze che arrivano dalle maggiori organizzazioni ambientaliste per la Conferenza internazionale sui cambiamenti climatici che si apre a Parigi.

"Abbiamo bisogno di un piano climatico incisivo – sottolinea Marco Lambertini, direttore generale del Wwf International - in grado di tagliare drasticamente il carbone, promuovere l'energia rinnovabile, fornire il sostegno finanziario promesso e proteggere gli ecosistemi a forte assorbimento di carbonio come le foreste e gli oceani". Per questo l'organizzazione del Panda chiede che l'accordo segua le indicazioni della comunità scientifica e riduca le emissioni per mantenere il riscaldamento entro 1,5 gradi.

Ma affinché l'auspicata intesa della Cop21 venga raggiunta, strumento importantissimo secondo il Wwf saranno i meccanismi finanziari con aiuti ai Paesi più vulnerabili per raggiungere i propri obiettivi di adattamento. Aiuti che però siano vincolati a precisi obiettivi, mettendo in piedi uno stringente meccanismo di monitoraggio. Questo consentirà, secondo il Wwf, di creare quel clima di fiducia tra Paesi sviluppati e Paesi in via di sviluppo dal quale potrebbe scaturire l'accordo. Per quanto riguarda invece l'Unione europea, secondo il Wwf andranno creati meccanismi per favorire investimenti nelle rinnovabili e penalizzare i sussidi, diretti e indiretti, ai fossili.

Ad auspicare l'accordo su un trattato che vincoli le parti a un livello di "obbligatorietà" legale del taglio delle emissioni di gas serra è anche Greenpeace. "La scienza ci dice che il tempo sta per scadere nella lotta contro il cambiamento climatico - ricorda l'organizzazione -. I leader mondiali si incontrano a Parigi per rispondere. Abbiamo bisogno di una visione a lungo termine". Per questo Greenpeace ribadisce l'esigenza di porre fine all'era dei combustibili fossili tracciando una road map per che porti a un'energia 100% rinnovabile.

Un obiettivo possibile e necessario anche secondo Legambiente. "Oggi rispetto a 6 anni fa alla conferenza di Copenaghen ci arriviamo con la possibilità di arrivare a un accordo internazionale non solo perché ogni Paese ha preso degli impegni ma perché - sottolinea Edoardo Zanchini, vicepresidente Legambiente - le rinnovabili nel frattempo sono diventate un vero pilastro del sistemo energetico. Per cui si è arrivato a numeri impressionanti di contributo sia in Europa che negli Stati Uniti. In California, ad esempio, ci sono obiettivi del 65% al 2030.

Quello che tutti i Paesi adesso devono fare è riuscire ad integrare le rinnovabili nel modo migliore nel proprio sistema energetico".

29 novembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us