Ecologia

"Non ordinarlo!", i segreti dei fast food Uk svelati da ex dipendenti

Pizza, patatine, panini e caffè: quello che non avreste mai voluto sapere. I consigli su cosa evitare arrivano da chi è stato dall'altra parte del bancone e ora confessa.

Roma, 12 mar. - (AdnKronos) - La pizza? Meglio non ordinarla tra le ore 18 e le 20. Patatine fritte e caffè, consigliabile consumarli altrove. Sono i suggerimenti per chi mangia al fast food; piccoli segreti svelati al Mirror da chi è stato dall'altra parte del bancone. Ex dipendenti Uk che, in base alla loro esperienza, danno consigli su cosa è meglio evitare. A partire dai cibi tenuti sugli appositi ripiani e vassoi riscaldati: di regola, questi alimenti "dovrebbero essere consumati entro 20 minuti, ma tendono a restare lì finché qualcuno non li acquista", svela un ex.

E secondo lo stesso principio, meglio aspettare qualche minuto in più e preferire cibi preparati al momento a quelli già pronti e in esposizione. Brutte notizie per le patatine, le star dei fast food, perché secondo quanto rivelato da questi ex lavoratori inglesi le friggitrici non si distinguono per igiene: secondo una testimonianza verrebbero pulite una volta a settimana.

Nella fascia oraria 18-20 si concentrano le ordinazioni. "Siamo super occupati e se a qualcuno cade a terra il vassoio delle pizze non c'è tempo per tornare indietro a pulirlo, si infila così com'è nel forno con la pizza sopra". E c'è chi, vista la propria esperienza, non ordinerebbe mai un fish burger. "I fish burger venivano cotti e tenuti in caldo in cucina, e visto che non c'è molta richiesta finivano per restarci secoli..."

Il caffè? Ci sono tanti posti (anche in Inghilterra) dove consumarne di migliori. Secondo alcuni ex dipendenti dei fast food anglosassoni il caffè, nascosto alla vista dei clienti, è un alimento piuttosto trascurato dalle cure dei lavoratori.

12 marzo 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us