Ecologia

"Lascio tutto a...", un giovane su tre pronto a fare testamento a favore di enti benefici

E' quanto emerge da un'indagine Doxa condotta su ragazzi e ragazze tra i 18 e i 34 anni per conto del Comitato testamento solidale

Roma, 7 mag. (AdnKronos) - L'idea del testamento è lontana ma un giovane su tre (31%) in futuro è pronto a lasciare la propria eredità anche al di fuori della propria cerchia familiare. E' quanto emerge da un'indagine Doxa realizzata tra ragazzi e ragazze dai 18 ai 34 anni, per conto del Comitato testamento solidale di cui fanno parte importanti associazioni come ActionAid, Lega del Filo d’Oro, Save the Children, Amref, Telethon e Telefono Azzurro.

A prevalere tra i giovani italiani è un atteggiamento positivo e curioso, anche se 7 su 10 ammettono di non aver ancora mai sentito parlare del lascito solidale. Tra quanti hanno già informazioni al riguardo, il 46% ha scoperto dalla tv la possibilità di fare un lascito, il 38% da amici e parenti, il 22% dalla stampa ma c’è anche chi (16%) ne è venuto a conoscenza tramite i social media, segno che il tema sempre più legato a notizie di attualità, alle eredità di personaggi famosi e alle scelte sorprendenti di escludere i propri figli da parte di celebrity internazionali, è entrato nelle discussioni quotidiane di un numero crescente di under 35.

Oltre la metà dei giovani (il 56% dei casi), inoltre, non conosce il concetto di quota 'legittima' del patrimonio familiare riservata agli eredi e quindi non sono del tutto informati sui propri diritti. In prospettiva, però, 3 su 10 considerano la legittima una forma di limitazione alla libertà di scegliere a chi destinare i propri beni nel testamento. Il 31%, infatti, ha le idee molto chiare: ha intenzione di dare supporto e aiuto con un lascito anche al di fuori della propria cerchia familiare.

Tre i volti dei giovani italiani che il sondaggio Doxa delinea di fronte all’idea di lasciare agli altri parte dei propri beni attraverso le disposizioni testamentarie. A prevalere in maggioranza sono i Curiosi, una quota del 55-60% degli under 35. Considera naturale e positivo donare agli altri con un lascito (59%), non ha ancora deciso ma la trova un’opzione interessate per il futuro (55%), non teme un impoverimento nel caso la propria famiglia destinasse una quota del patrimonio in beneficenza (60%) e vedono la legittima come una forma di tutela positiva dei propri diritti (62%).

Al secondo posto si posizionano gli Altruisti, veri e propri promotori della generosità e del lascito solidale: il 25-30% degli intervistati trova molto giusto donare ed è già convinto di lasciare nel proprio testamento una quota ad associazioni benefiche fuori dall’ambito familiare. Sono gli Altruisti infatti a ritenere la quota legittima una limitazione alla propria libertà di decidere verso chi fare testamento (29%).

In stretta minoranza figurano infine gli Egoisti, solo il 15-20% del totale. Si dicono molto sorpresi e scettici di fronte all’idea del lascito (12%), non sono d’accordo a donare agli altri (14%) e vedono una donazione testamentaria fatta dalla propria famiglia d’origine come potenziale impoverimento del proprio futuro (26%).

7 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us