Ecologia

Americani, ma quanta energia consumate!

Bolletta energetica della famiglia americana.

Gli americani sono da anni sotto accusa per i loro eccessivi consumi energetici. Ecco quanto consuma ogni anno una famiglia media negli Stati Uniti e cosa potrebbe fare per ridurre il suo impatto sull’ambiente.

“Il 29% dell’energia usata dagli americani serve per riscaldare casa”

Maiali energetici - Gli americani di ogg, cresciuti con il mito del petrolio a buon prezzo, sono il popolo più sprecone del mondo in fatto di energia. E ricevono infinite critiche perché i loro consumi energetici impattano in maniera consistente sulla qualità dell’ambiente del resto del pianeta e causano altissime emissioni di CO2. Ma la critica all’americano medio viene persino dalle stesse istituzioni statunitensi, come il Dipartimento dell’Energia che dal 2005 ha basato la sua campagna di informazione su un personaggio di animazione chiamato "Energy Hog". Cioè il maiale dell’energia, realizzato in gomma e vestito da motociclista, che è diventato protagonista di numerosi spot pro risparmio energetico.

Energia USA e getta - I consumi degli statunitensi, in effetti, sono molto alti. La bolletta annuale della famiglia media americana, secondo lo stesso governo a stelle strisce, supera i 2.200 dollari. Che potrebbero sembrare anche pochi rispetto ai 2.500 euro degli italiani, se non fosse però che negli Stati Uniti l’energia ha un costo molto basso e in Italia costa tantissimo. Di questi 2.200 dollari quasi un terzo, il 29% per la precisione, va a finire nel riscaldamento delle case. Il 17% nel raffreddamento - gli americani amano l’aria condizionata - il 14% serve a riscaldare l’acqua, il 13% lo divorano gli elettrodomestici, il 12% l’impianto di illuminazione, il 4% gli apparecchi elettronici e il restante 11% si sparge in altre applicazioni.

Risparmiare si può - Il fatto che quasi un terzo dell’energia consumata finisca in calore per riscaldare casa non è poi una notizia così brutta per gli Stati Uniti. Il valore molto alto significa anche che molto si può fare nell’ottica del risparmio energetico. Con una buona coibentazione del tetto e con finestre termiche, per esempio, si risparmiano già diversi punti percentuali nel consumo di energia. Quel 17% usato per il raffreddamento, invece, è tutta una questione culturale: prima dell’invenzione dei condizionatori gli americani vivevano lo stesso. Il 14% che serve per riscaldare l’acqua, infine, potrebbe essere notevolmente ridotto con dei normali pannelli solari termici. Cambiare si può, lo vorranno gli americani? (sp)

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Cinque buoni propositi all'insegna dell'ambiente

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

8 febbraio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us