Ecologia

All'ONU si mangiano i rifiuti

In attesa della conferenza sul clima di Parigi, ai leader mondiali è stato servito un pranzo a base di scarti alimentari.

Niente ostriche e champagne sulla tavola del quartier generale dell'Onu: solo spazzatura. È quello che è successo domenica, quando ai leader mondiali è stato servito un pasto a base di "rifiuti", per promuovere il tema dello spreco alimentare. Il presidente francese Hollande e quello peruviano Ollanta Humala hanno infatti organizzato un conviviale incontro per iniziare a discutere dei temi che saranno al centro della conferenza di Parigi sul clima.

La forza dello spreco... «Più di un terzo del cibo prodotto nel mondo finisce nella spazzatura». E ancora: «Se lo spreco alimentare fosse una nazione sarebbe il terzo più grande produttore di gas serra».

È con queste frasi scritte sul menu del pranzo che i capi di stato hanno assaporato hamburger fatti di polpa di verdura scartata dalla grande distribuzione, patatine fritte realizzate con mais destinato al bestiame, insalata condita con liquido di ceci in scatola e tante altre prelibatezze cucinate dagli chef Dan Barber e Sam Kass (il cuoco della Casa Bianca). Ecco il messaggio (in inglese) apparso sul profilo Twitter delle Nazioni Unite.

Scarti e riscaldamento globale. Lo scarto alimentare contribuisce al riscaldamento globale senza risolvere il problema della fame nel mondo. Si stima infatti che il 28% della superficie agricola del pianeta produca cibo che viene perso o sprecato, producendo un inquinamento equivalente a 3,3 miliardi di tonnellate di CO2. «L'obiettivo a lungo termine è eliminare lo spreco: per farlo non hai bisogno di usare mille parole, è più efficace cucinare a questi leader un delizioso pasto che li motiverà a diffondere il messaggio», ha dichiarato Kass.

30 settembre 2015 Silvia Malnati
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us