Al via le Cartoniadi, le Olimpiadi del riciclo

A Milano e Napoli una competizione decisamente "verde": chi ricicla più carta e cartone?

corbis_42-26412606
Competizioni olimpiche di riciclo: un'idea originale per incentivare il recupero di materiali preziosi. Photo credit: © Ethan Welty/Aurora Photos/Corbis |

L'obiettivo, c'è. Le regole, pure. E non manca nemmeno il premio in palio. Quelle che si disputeranno a Milano e Napoli per tutto il mese di maggio, però, non sono discipline olimpiche. Ma gare di riciclo, con l'obiettivo di migliorare la raccolta differenziata di carta e cartone. Promosse da Amsa e Comune di Milano, e sponsorizzate da Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica), le Cartoniadi - così è stata ribattezzata l'iniziativa - coinvolgeranno le nove zone del Comune di Milano, che si contenderanno lo scettro di "campione del riciclo" a suon di imballaggi spezzettati e stralci di carta infilati nel bidone bianco.

 

La zona più solerte, che raccoglierà una maggiore quantità di carta e cartone rispettando il regolamento fornito, si aggiudicherà un premio di 50 mila euro messo in palio da Comieco, da utilizzare a beneficio della collettività. Anche le scuole potranno cimentarsi nell'impresa: per loro è stato indetto un minipalio con un premio di 1000 euro che andrà all'istituto più virtuoso. Se già in fatto di riciclo di carta e cartone, gli italiani sono tra i migliori d'Europa, il comune meneghino è in cima alla lista delle città modello: «Nel 2011 Milano si è confermata tra le metropoli più virtuose del Paese grazie ad una media procapite pari a 62,6 kg/ab (la media procapite nazionale è di 52,2 kg/ab). Con le Cartoniadi puntiamo a far crescere ulteriormente questi risultati. In un mese di gara si riscontra in media un incremento della raccolta del 30%; dato che si consolida su un +15% nei mesi successivi» ha detto Carlo Montalbetti, Direttore generale di Comieco.

Scopri quali sono i più originali incentivi al riciclo

I 15 bidoni più strani dove gettare i rifiuti (guarda)

 

Gli errori da evitare

- Non gettare gli scontrini insieme alla carta (lo fa un italiano su 2)
- Non gettare fazzoletti di carta insieme a carta e cartone (lo fa il 17% degli italiani)
- Non gettare la carta sporca di cibo insieme a carta e cartone (nel 2009 ci è cascato il 31% dei connazionali)
- Separare il cellophane dai giornali e non buttarlo insieme ad essi (ci casca ancora il 25% di noi)

L'evento si svolgerà, in contemporanea, anche a Napoli, dove a sfidarsi saranno le diverse municipalità. I cittadini di entrambe le città, per partecipare correttamente, dovranno attenersi a una serie di regole (che riportiamo da fonte Amsa, perché utili per chiunque ricicli carta):

1. Seleziona correttamente carta e cartone togliendo nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici (come il sacchetto in cellophane che avvolge le riviste)
2. Appiattisci le scatole e comprimi gli scatoloni per ridurre gli imballi grandi in piccoli pezzi
3. Non abbandonare fuori dai contenitori carta e cartone
4. Non buttare la carta insieme al sacchetto di plastica usato per trasportarla fino al contenitore
5. Non mettere nella raccolta differenziata gli imballaggi con residui di cibo o terra perché generano cattivi odori, problemi igienico sanitari e contaminano la carta riciclabile
6. Non conferire nella differenziata i fazzoletti di carta usati: sono quasi tutti anti-spappolo e quindi difficili da riciclare
7. Non buttare gli scontrini con la carta: i più comuni sono fatti con carte termiche i cui componenti reagiscono al calore generando problemi nelle fasi del riciclo
8. La carta oleata (come la carta per affettati, formaggi e focacce) non è riciclabile
9. Non gettare nella raccolta differenziata la carta sporca di sostanze velenose (come vernici e solventi) perché contamina la carta riciclata;
10. Seguire sempre le istruzioni del Comune di appartenenza per fare correttamente la raccolta differenziata.

 
3 maggio 2012 | Elisabetta Intini