Ecologia

Al via il progetto #Pfurecycle di Anci e Greentire

Il ministro Galletti: "Un ulteriore passo avanti del sistema consortile italiano in un settore in cui già il nostro Paese registra performance d’eccellenza a livello europeo"

Roma, 24 feb. - (AdnKronos) - Massimizzare la raccolta e il riciclo degli pneumatici fuori uso (Pfu) abbandonati nei territori comunali: è questo l’obiettivo del progetto #Pfurecycle, patrocinato dal ministero dell’Ambiente, nato dal protocollo d’intesa sottoscritto da Anci e Greentire e presentato oggi a Roma nella sede dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Dal 1 marzo al 30 giugno migliaia di Comuni, senza alcun onere a carico dell’amministrazione, potranno richiedere l’intervento di Greentire per il prelievo dei Pfu abbandonati sul territorio usufruendo di una piattaforma online per la richiesta dell’operazione.

“La raccolta degli pneumatici abbandonati nei centri urbani e nelle periferie – afferma il ministro Gian Luca Galletti – rappresenta un ulteriore passo avanti del sistema consortile italiano in un settore in cui già il nostro Paese registra performance d’eccellenza a livello europeo. Anci e Greentire hanno colto in pieno il valore della rimozione di materiali dall’elevato potenziale inquinante, sia sotto il profilo ambientale che del decoro urbano".

"Inoltre - aggiunge Galletti - l’avvio al riciclo degli Pfu contribuisce ad alimentare una filiera che va promossa per indirizzare l’Italia verso un sistema produttivo che riduce al minimo il consumo di materie prime e sfrutta al massimo le opportunità offerte da un corretto recupero e riuso dei materiali”.

La campagna di sensibilizzazione e il servizio di raccolta eccezionale consentiranno ai Comuni una gestione immediata degli stock storici, per avviare un’operazione di pulizia, decoro e tutela nelle periferie e nelle campagne limitrofe ai centri abitati. Greentire, società consortile, senza scopo di lucro, è presente nell’intera filiera della gestione degli Pfu e garantisce il 100% del riciclo di questi rifiuti attraverso il recupero di materia.

“Greentire – spiega Paolo Bucher, direttore Ricerca e Sviluppo - ottimizzando le attività di gestione degli Pfu garantisce il miglior utilizzo dell'eco-contributo e previene la formazione di discariche abusive che possono danneggiare il paesaggio e la nostra salute”. L’alleanza di Greentire con Anci nasce dall’impegno ed esperienza comune nel promuovere lo sviluppo dei Comuni italiani verso ambiti urbani sempre più sostenibili ed efficienti, applicando soluzioni innovative.

“La chiave di successo per i buoni risultati ottenuti in questi anni dai Comuni sulla raccolta differenziata e l’effettivo riciclo – afferma il delegato Anci a Energia e Rifiuti, Filippo Bernocchi – consiste negli accordi istituzionali tra Anci e i Consorzi che per legge se ne occupano. Si tratta di accordi che da un lato richiamano le parti ai propri impegni e dall’altro impegnano ciascuno dei contraenti, per la propria parte, ad offrire le migliori soluzioni tecniche per arrivare al raggiungimento degli obiettivi di legge, coadiuvando l’azione dei Comuni che spesso su questi temi vengono lasciati soli".

Grazie a questo tipo di accordi di filiera, si prevede anche l’utilizzo delle materie prime-seconde conseguenti al riciclo. Tutto ciò costituisce per i Comuni la chiusura del cerchio: da un lato la raccolta e il riciclo, dall’altro l’impegno dei Comuni a utilizzare i materiali provenienti dal riciclo stesso per i propri acquisti.

Da domani sarà attivo un help desk a supporto delle amministrazioni locali e un indirizzo email per richiedere informazioni: pfurecycle@ea.ancitel.it. L’iniziativa #Pfurecycle sarà presente su tutti i canali social Ancitel Energia&Ambiente da cui è possibile seguire la straordinaria operazione di raccolta Pfu attraverso il count-down delle tonnellate raccolte su tutto il territorio nazionale.

24 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us