Ecologia

A Terni prima edizione per l'Umbria Green Festival

Tra gli ospiti Mogol, Jacopo Fo e Roberto Vecchioni

Roma, 5 set. (AdnKronos) - La sostenibilità come orizzonte di una nuova economia, basata sulle produzioni di qualità e sulla valorizzazione del territorio e del paesaggio. Questo il tema della prima edizione dell'Umbria Green Festival, a Terni dal 23 al 25 settembre, evento promosso da Umbria Green Incoming insieme al Comune di Terni, con il patrocinio della Regione Umbria, dell'Anci Umbria e del Comune di Narni. Obiettivo: mettere in mostra l'eccellenza del turismo green e della mobilità elettrica della Regione.

Due le tavole rotonde previste nell'ex Chiesa del Carmine. Sabato 24 alle 16 è in programma 'Dalla musica di Mogol al cinema green: una nuova cultura per la sostenibilità' con interventi di Mogol, Marco Gisotti, direttore Green Drop Award, premio dedicato al cinema green, Carl Ludwig Schibel, presidente Fiera delle Utopie Concrete, e la scrittrice Simonetta Neri.

Domenica 25 alle 10 c'è 'La mobilità elettrica nel cuore verde d’Italia' con l'attore e scrittore Jacopo Fo, Valerio Rossi Albertini, primo ricercatore al Cnr, e l'economista Roberto Romano, oltre a rappresentanti delle maggiori case automobilistiche internazionali.

Il festival si svolgerà nell'area dell'Anfiteatro Fausto e prevede anche diversi concerti come quello di Roberto Vecchioni venerdì 23 settembre, Paolo Jannacci e la sua orchestra sabato 24 e I musici di Francesco Guccini domenica 25. Non mancheranno spettacoli teatrali, con Jacopo Fo che si esibisce sabato 24, laboratori e spettacoli per ragazzi per tutto il fine settimana.

Il festival sarà l’occasione per avvicinarsi a stili di vita green e offrirà la possibilità di provare una delle auto elettriche disponibili grazie al servizio di car sharing regionale di Umbria Green Card.

5 settembre 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us