Ecologia

A Parma la fabbrica del gelato a “rifiuti zero”

Tra il 2010 e il 2014 Nestlé in Italia ha ridotto del 94% la quantità di rifiuti destinati alla discarica

Parma, 5 giu. - (AdnKronos) - Lo stabilimento Nestlé di Parma è il luogo in cui i rifiuti diventano energia e gli scarti industriali tornano a nuova vita: è il primo per Nestlé Italiana ad aver azzerato i rifiuti da inviare in discarica. Grazie all’impegno di tutte le persone che lavorano nel sito produttivo è stato possibile infatti portare avanti un efficiente sistema di corretta differenziazione dei rifiuti che ha permesso di dare una seconda possibilità agli scarti: i rifiuti che con la raccolta differenziata non rientrano tra gli altri materiali riciclabili vengono recuperati e destinati oggi a creare energia.

Lo stabilimento di Parma è il primo a raggiungere l'obiettivo che vede tutti i siti impegnati per arrivare a “zero waste”: Nestlé Italiana infatti tra il 2010 e il 2014 ha ridotto in modo considerevole la quantità di rifiuti destinati alla discarica, per una percentuale pari al 94%. Più in generale, nel 2014 (rispetto all’anno precedente) l’azienda ha ridotto i consumi energetici del 9,1% e negli ultimi 5 anni, il risparmio energetico è stato del 12,9%, sempre per tonnellata di prodotto. Nel 2014 è inoltre riuscita a ridurre del 10% i consumi idrici per tonnellata di prodotto rispetto al 2013.

All’interno dello stabilimento Nestlé di Parma, che utilizza solo Green Energy, vengono prodotti oggi circa 130 milioni di porzioni di gelato all’anno. Un verie proprio polo del gelato in cui lavorano circa 250 persone tra gli uffici e le 13 linee di produzione che hanno visto nascere i gelati più celebri, dalla Coppa del Nonno al Tartufo.

5 giugno 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us