A 300 all'ora con la supersportiva elettrica

ultimate-aero
Ultimate Aero EV |

Una supersportiva da 300 all'ora e potentissima arriverà sul mercato entro la fine dell'anno: il suo motore potrà spingere anche camion ecologici e Suv "verdi". (Alessandro Bolla, 6 febbraio 2009)

Chi ha detto che le auto elettriche servono solo per i piccoli spostamenti urbani? Ma, soprattutto, chi ha detto che una supersportiva deve per forza essere rumorosa e avida di carburante? Questi e altri luoghi comuni sulle auto elettriche stanno per essere definitivamente spazzati via da Shelby Supercars, produttore americano di fuoriserie extra lusso. L'azienda di Las Vegas commercializzerà infatti entro la fine dell'anno la Ultimate Aero EV, una belva da 1.000 cavalli di potenza complessiva interamente elettrica. Le prestazioni di questa dream-car, le cui linee richiamano da vicino le Lamborghini, sono impressionanti: da 0 a 100 km/h in meno di 2,5 secondi (una Ferrari F 430 ne impiega 3,6) e una velocità massima vicina ai 300 km/h. Sarà l'auto elettrica di serie più veloce al mondo. Di tutto rispetto anche l'autonomia, che a seconda del piede del guidatore varia tra i 200 e i 300 km. E il pieno? Si fa alla presa del box, in soli 10 minuti.
DALLA PISTA AL CAMION Il segreto di questo bolide è nel rivoluzionario motore All Electric Scalable Powertrain sviluppato dall'azienda americana e capace di erogare una potenza di circa 500 cavalli (la Ultimate Aero ne monterà 2) e nelle batterie al litio "nano-tech" di ultima generazione. E il prezzo? Non è stato ancora reso noto, ma sicuramente sarà da super car. La buona notizia è che l'azienda intende estendere la sua tecnologia anche a mezzi di trasporto più accessibili: l'enorme potenza di questi motori può infatti essere impiegata con successo sulle grosse berline, sui Suv e persino per furgoni, pullman e camion, con un grande guadagno per l'ambiente. E senza rimetterci nulla in termini di prestazioni e partenze brucianti per gli amanti della velocità.

Vuoi saperne di più sulla mobilità verde? Leggi lo speciale sui biocarburanti. E se ti piacciono le sportive originali... vieni a conoscere Gina.

 

6 febbraio 2009