Ecologia

Joe Biden ha deciso: l'oleodotto della discordia non si farà

Bloccato dall'amministrazione del Presidente la realizzazione dell'oleodotto Usa che sarebbe stato uno dei più lunghi al mondo. Un altro segnale verso le energie pulite.

Alla fine sembra abbiano vinto le organizzazione ambientaliste e il buonsenso: il Keystone XL Pipeline project è stato definitivamente archiviato dall'amministrazione Biden.

L'oleodotto non s'a da fare. Il progetto prevedeva la realizzazione di uno degli oleodotti più lunghi al mondo: quasi 2.000 km di condutture e pompe che avrebbero dovuto portare trasportare bitume grezzo dai siti di estrazione in Alberta (Canada) fino alle raffinerie americane del Nebraska. Il nuovo sistema di pompaggio avrebbe ampliato la capacità produttiva della TC Energy, che dal 2010 utilizza una imponente rete di oleodotti per trasferire il greggio canadese in varie zone degli Stati Uniti centrali, dove viene raffinato e trasformato.

La nuova infrastruttura, dal costo di quasi 10 miliardi di dollari, avrebbe richiesto agli investitori, decenni prima di essere ultimata, di essere completamente ammortizzata, e avrebbe quindi notevolmente rallentato la transizione degli Stati Uniti verso l'energia pulita. 

Disastro ecologico. Dal punto di vista ambientale questo oleodotto sarebbe stato ancora più impattante rispetto a quelli esistenti: il bitume, infatti, rispetto al greggio è molto più acido, denso e corrosivo e in caso di perdite provoca danni ingenti a tutta la zona circostante. La realizzazione dell'oleodotto avrebbe inoltre attraversato zone protette e territori dei nativi alterando ecosistemi unici. Il progetto, già bloccato dalla prima amministrazione Obama, era stato approvato dal Presidente Trump in uno dei suoi primi atti ufficiali, prima di essere nuovamente bloccato, questa volta si spera per sempre, dal team di Biden.

19 luglio 2021 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Perché Gesù finì sulla croce? A chi dava fastidio davvero, e di cosa fu accusato? Nella Palestina di duemila anni fa, ricostruiamo il processo che condannò alla più terribile delle pene il predicatore di Nazareth, consegnandolo per sempre alla Storia e, per i credenti, alle braccia del Padre.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello è l'organo più complesso da scoprire. Ecco le ultime rivelazioni della scienza. Inoltre: i laboratori bunker dove si manipolano i virus; tornano i supersonici per attraversare la stratosfera; quanto e come si allenano gli atleti delle Olimpiadi.  E ancora sei bugiardo o super bugiardo? Scoprilo con il test. 

ABBONATI A 29,90€
È vero che il mare non è sempre stato blu? La voglia di correre è contagiosa? Perché possiamo essere crudeli con gli altri? Si possono deviare i fulmini? Che cosa fare (e cosa non fare) per piacere di più? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R.
 
ABBONATI A 29,90€
Follow us