Tappeto di alghe

Escursionisti che marciano su un prato? No, quelli che vedete sulle rive di Qingdao, Cina, sono semplici bagnanti. Se vi state chiedendo che fine abbia il loro mare, è presto detto: giace...

con_20100628_57454_web
Due bagnanti si inoltrano tra uno strato di alghe su una spiaggia di Qingdao, Cina orientale.
Escursionisti che marciano su un prato? No, quelli che vedete sulle rive di Qingdao, Cina, sono semplici bagnanti. Se vi state chiedendo che fine abbia il loro mare, è presto detto: giace coperto da uno strato di alghe puzzolenti, chiamate Enteromorpha prolifera, che tappezza 440 chilometri di questa costa nella Cina orientale. Sebbene non siano tossici per l'uomo, questi organismi stanno decimando la flora e la fauna sottomarina, perché consumano grandi quantità di ossigeno e impediscono ai raggi solari di filtrare attraverso l'acqua. Le cause della loro proliferazione non sono ancora del tutto note, ma inquinamento delle acque e innalzamento delle temperature sono tra i principali indiziati.
Un'altra "moquette" di alghe (guarda)

[E. I.]
11 Agosto 2010 | Elisabetta Intini