Animali

Perché le zebre hanno le strisce?

Il pigiama a bande bianche e nere della zebra non serve a scomparire nell’ambiente, ma a evitare le mosche e i tafani. La conferma arriva dall'ultima e più completa ricerca sull'argomento.

Nelle savane africane una delle domande più frequenti dei turisti è: «Perché le zebre sono a strisce bianche e nere?». La risposta più classica, cioè per la mimetizzazione, non è considerata valida dagli zoologi. Ci sono state altre proposte, per esempio per ingannare i predatori o per difendersi dal caldo eccessivo. Una delle più accettate è che le strisce servano per impedire agli insetti di posarsi e pungere gli animali. Ora sembra che quest’ultima ipotesi sia veramente corretta.

Mosche confuse. Un gruppo di ricerca guidato dal grande zoologo Tim Caro, dell’università di California a Davis, ha mappato la distribuzione di sette specie di zebre, cavalli e asini selvatici, l’intensità delle loro strisce (quando c’erano), l’ambiente in cui vivono e la presenza di predatori o insetti parassiti, come tafani o mosche tsè-tsè. Il risultato è che l’unica variabile che spiega la presenza delle strisce è la presenza degli insetti succhiasangue; hanno per esempio scoperto che gli animali con le strisce sono più presenti nelle zone in cui i tafani trovano condizioni migliori per deporre le uova. Non si è sicuri del perché le strisce impediscano ai parassiti di pungere le zebre. E infatti la domanda cui è necessario rispondere adesso è: “perché gli insetti evitano le strisce bianche e nere?”

Chi li ha visti?
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Principesse ranocchie
VAI ALLA GALLERY (N foto)

La mia Africa
VAI ALLA GALLERY (N foto)

La grande corsa degli gnu del Serengeti
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Orfanotrofio per pachidermi
VAI ALLA GALLERY (N foto)

2 aprile 2014 Marco Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us