Zampe bioniche

reu_rtr2fpq5copia
Oscar, il primo gatto bionico con due zampe artificiali|Handout /Reuters
Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. Questa volta però il gatto in questione, di nome Oscar, di zampini ne ha lasciati due. Per una distrazione fatale (dormiva profondamente in mezzo ai campi) non ha sentito la mietitrice arrivare e in un attimo la macchina gli ha tranciato le zampe posteriori.
I suoi proprietari si sono precipitati alla clinica veterinaria del dottor Noel Fitzpatrick, a Eashing (Inghilterra del sud) dove Oscar non solo è stato salvato, ma è diventato il primo gatto bionico al mondo. Le protesi su misura, rivestite di hydroxyapatite (un materiale utilizzato per gli impianti ossei), sono state innestate all’interno delle articolazioni della caviglia con una curvatura particolare che ha permesso agli arti artificiali di sigillarsi alla pelle evitando possibili infezioni.
Grazie a questa tecnica particolare, sviluppata da un team dell’University College di Londra, Oscar non solo è tornato a correre, saltare e arrampicarsi sugli alberi con le sue nuove zampette grigio metallizzate, ma ha potuto mantenere anche l’elegante e irresistibile andatura felina. 
01 Gennaio 2000 | Rebecca Mantovani

Codice Sconto