Animali

Per osservare le balene facciamo troppo rumore con le barche?

Il whale watching (cioè osservare le balene e altri cetacei) è affascinante (e redditizio!), ma per non disturbare gli animali bisognerebbe ridurre il rumore prodotto dalle imbarcazioni.

Osservare le balene da vicino è il sogno di molti, e non è un caso che il whale watching (che consiste proprio nell'osservare balene e altri cetacei da vicino, su apposite imbarcazioni) non sia più solo un hobby di pochi, ma un'industria milionaria che ogni anno coinvolge migliaia di turisti interessati a spiare i cetacei. È anche un'attività governata da regole ferree volte a non disturbare gli animali: molti Paesi, per esempio, obbligano le barche impiegate per il whale watching a mantenere almeno 100 metri di distanza dagli animali.

Un nuovo studio, però, sostiene che si debba fare di più: va bene rispettare la privacy dei cetacei tenendosi a distanza, ma bisognerebbe anche ripensare alle imbarcazioni per il whale watching, perché quelle che usiamo oggi sono troppo rumorose.

Guardami, ti sento. «Il senso più importante per le balene non è la vista ma l'udito» spiega l'autrice dello studio Kate Sprogis della Aarhus University. «Magari una balena non riesce a vedere una barca che sta a 100 metri di distanza, ma sicuramente la sente». Questo è un problema, perché un cetaceo disturbato dal rumore di una barca per il whale watching cambia il suo comportamento: si immerge più di frequente, nuota più rapidamente, comincia a respirare affannosamente, e in generale segnala uno stato di stress dovuto al rumore del motore. Sprogis e il suo team l'hanno verificato sperimentalmente, utilizzando microfoni subacquei e droni per sottoporre alcuni cetacei a rumori di intensità sempre crescente, in cerca della soglia oltre la quale il loro comportamento comincia a cambiare.

Quanti decibel? Le balene esposte al suono del motore di una barca particolarmente rumorosa (172 decibel) e posizionata a 100 metri di distanza passano il 30% del tempo in meno a riposarsi e nuotano a una velocità del 37% superiore a quella normale; in questo modo sprecano energie, un problema soprattutto per quelle balene che hanno un cucciolo da crescere, il quale potrebbe ritrovarsi con meno latte a disposizione.

Successivi esperimenti hanno dimostrato che la soglia di rumore ideale è quella dei 150 decibel: tutte le barche che fanno whale watching dovrebbero restare sotto questa soglia (sempre che se ne stiano ad almeno 100 metri di distanza) per evitare di disturbare gli animali. Il team ha anche pubblicato un video che dimostra l'effetto del rumore sul comportamento di una megattera e del cucciolo: lo trovate qui sotto.

30 giugno 2020 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us