Animali

Lo strano linguaggio dei bruchi delle falene

I bruchi usano le vibrazioni prodotte sfegando ano e mandibole sulle foglie per chiamare a raccolta gli amici.

Un gruppo di ricercatori brasiliani e canadesi ha scoperto che le larve della falena Drepana arcuata, comune in America settentrionale, utilizzano diverse parti del corpo per comunicare tra loro: sfregrando le mandibole e l'ano sulle foglie producono una serie di vibrazioni e suoni che di volta in volta possono essere usati per "chiamare gli amici" o per scacciare gli intrusi.

Prima di sbottare e chiedere indispettiti il motivo di queste ricerche, sappiate che conoscere questi sistemi di comunicazione potrebbe rivelarsi utile per combattere questi parassiti utilizzando vibrazioni e rumori al posto dei pesticidi chimici.

Parlami. Fino a poco tempo fa si pensava che le interazioni sociali tra questi insetti fossero molto limitate, per non dire nulle, ma negli anni scorsi si è scoperto che le comunicazioni acustiche fra bruchi sono invece un fenomeno sottovalutato.

Le larve della falena Drepana arcuata in particolare sono molto sociali e... loquaci. Si uniscono in piccoli gruppo per cercare cibo (si nutrono di foglie) e creano insieme i ripari sotto cui si cibano. Questi bruchi, infatti, costruiscono una specie di "tenda comune" di seta per proteggersi dai predatori mentre mangiano, e tale comportamento favorisce la coesione sociale: l'energia spesa per costruire il riparo fa sì che per gli animali valga la pena unire le forze per proteggerlo.

Proprio per comunicare tra membri del gruppo - e per allontanare eventuali intrusi - i bruchi usano vari rumori, prodotti con lo sfregamento dell'ano, delle mandibole e delle zampe.

Molto probabilmente, comunque, i bruchi non percepiscono le vibrazioni dall’aria, ma lo "sentono" attraverso la foglia.

La ricerca: Yadav, C., Guedes, R.N.C., Matheson, S.M. et al. Invitation by vibration: recruitment to feeding shelters in social caterpillars, Behav Ecol Sociobiol (2017) 71: 51. doi:10.1007/s00265-017-2280-x

3 marzo 2017
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us