Animali

I nidi di alcune specie di vespe sono fluorescenti

I nidi di certe specie di vespe cartonaie, le più comuni al mondo, sono fluorescenti: la scoperta casuale di un fenomeno che ancora non ha una spiegazione.

Negli ultimi anni, uno dei trend più in voga nel mondo della zoologia è il tema della fluorescenza: sempre più spesso scopriamo animali che, sotto certe condizioni, brillano di una soffusa luce verde. La maggior parte delle scoperte è relativa ad animali che vivono sott'acqua, ma la biofluorescenza (questo il nome completo del fenomeno) è propria anche di diverse creature terrestri, dalle rane agli scorpioni, a certi mammiferi australiani come l'ornitorinco. L'ultima scoperta in questo senso arriva dal Vietnam, dove un gruppo di ricercatori francesi ha potuto osservare come i nidi di certe vespe cartonaie siano fluorescenti; i risultati delle loro osservazioni, e le ipotesi sul perché di questo fenomeno, sono pubblicati sul Journal of the Royal Society.

Che cos'è la fluorescenza: per spiegare questo fenomeno bisogna spiegare anche perché è diverso da un fenomeno apparentemente simile e molto più conosciuto, la fosforescenza. Quest'ultima è una radiazione luminosa causata da una reazione chimica, mentre la fluorescenza è la proprietà intrinseca di certi materiali di assorbire la luce e di ri-emetterla in un'altra lunghezza d'onda.

Vespa cartonaia asiatica (gen. Polistes): un nido fluorescente.
Vespa cartonaia asiatica (gen. Polistes): un nido fluorescente. © Willy Daney de Marcillac et all., 2021

In più, a differenza della fosforescenza, la fluorescenza è invisibile all'occhio umano, e per essere rilevata ha bisogno di essere illuminata da una luce ultravioletta: è così che, negli ultimi anni, abbiamo scoperto per esempio la fluorescenza in certi camaleonti, in alcune meduse e persino nel vombato. L'onnipresenza di questo fenomeno è alla base della spedizione che ha dato origine allo studio condotto da un fisico (Serge Berthier) e un chimico (Bernd Schöllhorn) francesi; i due si sono recati in Vietnam per esplorare la foresta pluviale in cerca di fluorescenza, e hanno scoperto qualcosa che non si aspettavano: nidi fluorescenti di vespa cartonaia.

I nidi in questione appartenevano a quattro diverse specie (una delle quali ancora non identificata) di vespa cartonaia, appartenenti al genere Polistes: è uno dei generi di vespa più diffuso al mondo, e comprende specie eusociali che costruiscono nidi che ospitano decine di esemplari. Le vespe in sé non brillano se messe sotto luce ultravioletta, mentre i nidi sì, come i due ricercatori hanno potuto constatare "in diretta" grazie a speciali torce UV. La luce fluorescente emessa dai nidi ha una lunghezza d'onda che rientra nello spettro visivo delle vespe – in altre parole, li vedono brillare nella notte.
 
Faro o protezione. A cosa serve? Questa è una domanda ancora senza risposta: l'ipotesi più semplice è che i nidi brillino per poter essere individuati più facilmente al buio, e funzionino quindi come un faro nella notte per le vespe. L'ipotesi più affascinante è che la fluorescenza sia invece un sottoprodotto di una funzione più importante: il materiale di cui sono fatti i nidi riflette i raggi UV (che sono dannosi per i tessuti biologici) sotto forma di fluorescenza, e in questo modo impedisce loro di penetrare nel nido, proteggendo così le pupe durante il loro sviluppo.

5 settembre 2021 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Gli itinerari, gli incontri, i diari dei grandi viaggiatori del passato che, spinti da curiosità e muniti di audacia, hanno girato il mondo con una gran voglia di raccontare. Dall'instancabile Erodoto alla misteriosa Agatha Christie, dal mitico Marco Polo all'intrepida Nellie Bly fino agli scrittori globetrotter in anni più recenti: riviviamo insieme le loro avventure.

ABBONATI A 29,90€

Come funziona lo stress? Si tratta di un meccanismo biologico fondamentale: l’organismo entra in allarme e “scollega” la razionalità, ma domarlo si può. Inoltre: il massiccio e misterioso ritorno degli UFO; la scienza prova a decifrare il linguaggio degli animali; come mantenere in salute i 700 (!) muscoli del corpo; perché alcune canzoni diventano dei "tormentoni".

ABBONATI A 29,90€
È vero che il mare non è sempre stato blu? La voglia di correre è contagiosa? Perché possiamo essere crudeli con gli altri? Si possono deviare i fulmini? Che cosa fare (e cosa non fare) per piacere di più? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R.
 
ABBONATI A 29,90€
Follow us