Underwater photographer of the year, l'Oscar della fotografia sottomarina

Squali pacifici, gamberi variopinti, cavallucci "nostrani": gli scatti più belli del concorso britannico per la fotografia sottomarina, vinto quest'anno da un italiano.

ipa_5277610ipa_5277614ipa_5277613ipa_5277602ipa_5277612ipa_5277611ipa_5277601ipa_5277604ipa_5277608ipa_5277603ipa_5277609Approfondimenti
ipa_5277610

Gold, "oro", è il colore di questo cavalluccio marino ma anche della medaglia - simbolica - vinta, con questo scatto, dal fotografo ligure Davide Lopresti. La sua foto realizzata nelle acque di Sistiana, Trieste, dove i cavallucci stanno tornando in forze grazie a programmi di ripopolamento, ha vinto l'edizione 2016 dell'Underwater Photographer of the Year, battendo fotografi di 54 diversi paesi. Dello scatto hanno colpito i contrasti cromatici e l'interpretazione, con una foto a lunga esposizione che fa sembrare l'animale fermo e lo sfondo ondoso alle sue spalle in movimento.

ipa_5277614

La bellezza seminascosta di un gattuccio, uno squalo diffuso nel Mediterraneo, nel tipico "borsellino della sirena", la sacca ancorata ai rami di gorgonia in cui l'embrione si sviluppa. Lo scatto si intitola Catshark Supernova per i giochi di luce sullo sfondo, ed è stato realizzato nelle acque del Devon. Si è aggiudicato il titolo di British Underwater Photographer of the Year.

ipa_5277613

Tre spugne ben posizionate e la sagoma scura della barca creano le quinte perfette per l'apparizione di uno squalo dal ventre bianco. La foto è stata scattata nei fondali delle Bahamas. Florida: la migrazione degli squali vista dall'alto

ipa_5277602

Uno degli scatti più apprezzati della categoria "Grandangolo": un gruppo di globicefali, cetacei appartenenti alla famiglia dei Delphinidae, ma dal comportamento che ricorda quello delle balene. Le creature marine hanno iniziato a girare attorno al fotografo nei fondali del Mediterraneo, in una sorta di danza. 10 cose che forse non sapevi sui cetacei

ipa_5277612

Un altro italiano, Adriano Morettin, si è distinto nella categoria "Macro" con questo scatto di un gamberetto dell'attinia (Periclimenes amethysteus) illuminato dalla luce solare come sotto un flash. La foto è il risultato di una doppia esposizione, di due diversi scatti - uno al gambero e l'altro al Sole - giustapposti e uniti con cura.

ipa_5277611

Un ghiozzo riposa sopra a un corallo simile a una piuma, dell'ordine delle Pennatulacea. Un'altra bella foto macro realizzata nei fondali australiani.

ipa_5277601

Nella laguna di Moorea, nella Polinesia Francese, non è difficile essere circondati da una tale varietà di vita marina (protagonisti indiscussi, alcuni squali pinna nera minore, Carcharhinus limbatus). La topografia delle montagne sullo sfondo ha costituito la metà ideale per questa fotografia, terza classificata nella categoria "Grandangolo". I 10 squali dai nomi più improbabili

ipa_5277604

"I guardiani della spiaggia" è un titolo più che mai azzeccato per questo scatto realizzato a Playa del Carmen, Messico, da un fotografo di ritorno da un'immersione. Dall'acqua, Alejandro Prieto ha ritratto uno stormo di gabbiani che volavano bassi sulla spiaggia, in cerca di cibo e per nulla spaventati dalla presenza di turisti. Prima di raggiungere questo risultato ci sono voluti centinaia di tentativi.

ipa_5277608

Due esemplari di cavalluccio camuso (Hippocampus guttulatus) nuotano fianco a fianco, tenendosi per la coda, sotto al chiaro di Luna. La foto è stata scattata nelle acque di Taranto dall'italiano Gianni Colucci, ed è terza classificata nella categoria "Macro".
Il parto esplosivo del cavalluccio marino

ipa_5277603

Una vera e propria coreografia attorno a una gorgonia rossa è stata ritratta in questo scatto realizzato presso le isole di Raja Ampat, Indonesia. Banchi di pesci nuotano sullo sfondo e tra le fitte ramificazioni di questa "foresta" sottomarina.

ipa_5277609

Sembra un nastro colorato sorpreso a nuotare nelle profondità degli abissi; invece quello che vedete è il corpo pieno di escrescenze cutanee di uno scorfano (Rhinopias frondosa) fotografato ad Anilao, nelle Filippine. Il fotografo ha dovuto immergersi una seconda volta, in solitaria, per avere l'occasione di ritrarlo in solitaria, senza la presenza di altri sub. La testa dell'animale si trova sulla destra.

Gold, "oro", è il colore di questo cavalluccio marino ma anche della medaglia - simbolica - vinta, con questo scatto, dal fotografo ligure Davide Lopresti. La sua foto realizzata nelle acque di Sistiana, Trieste, dove i cavallucci stanno tornando in forze grazie a programmi di ripopolamento, ha vinto l'edizione 2016 dell'Underwater Photographer of the Year, battendo fotografi di 54 diversi paesi. Dello scatto hanno colpito i contrasti cromatici e l'interpretazione, con una foto a lunga esposizione che fa sembrare l'animale fermo e lo sfondo ondoso alle sue spalle in movimento.