Animali

Una scimmia di 30 tonnellate

Uno studio collega il consumo energetico al numeo di figli; e le predizioni si avverano.

Una scimmia di 30 tonnellate
Uno studio collega il consumo energetico al numeo di figli; e le predizioni si avverano.

L'allevamento dei figli impegna moltissimo le risorse dei genitori. Che nei paesi occidentali sono più attenti e quindi meno prolifici.
L'allevamento dei figli impegna moltissimo le risorse dei genitori. Che nei paesi occidentali sono più attenti e quindi meno prolifici.

Tra i mammiferi, il numero di figli dipende anche dall'energia utilizzata per la gravidanza e l'allevamento. Più energia si spende, meno figli si hanno. Due studiosi dell'università del New Mexico, in Usa, hanno cercato di applicare questa legge anche alla specie umana. E hanno così spiegato perché le donne dei paesi sviluppati hanno meno figli.
Nonostante il consumo di energia degli uomini non sia limitato dalle dimensioni corporee e dal metabolismo (come accade per altri animali), la fertilità delle popolazioni umane varia secondo il consumo energetico.
I conti, anche se sorprendenti, sono presto fatti: se le leggi della biologia determinerebbero un consumo energetico giornaliero di non più di 2.500 calorie per un animale del peso di un uomo, l'energia utilizzata da un abitante degli Stati Uniti (cioè circa 11.000 W) è uguale a quella di una scimmia del peso di 30.000 chilogrammi (30 tonnellate).
Più energia, meno figli. Con un consumo energetico così alto, se il numero di figli dipende dall'energia usata per l'allevamento, la fertilità ovviamente sarà bassissima. Proprio il fenomeno che si riscontra nei paesi sviluppati; in più quali la fertilità è inferiore nelle nazioni che hanno un consumo di energia più alto.
Gli autori si spingono a dire che l'investimento energetico percepito dalla coppia nell'allevamento dei figli (compresi i beni materiali e l'educazione) è maggiore nelle società a consumo più elevato. E quindi, ancora una volta, più energia si spende, meno figli si fanno.

(Notizia aggiornata al 10 aprile 2003)

10 aprile 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us