Animali

Una pillola per il koala

Troppo prolifici i koala del parco Eccles in Australia. Ecco per loro la pillola contraccettiva.

Una pillola per il koala
Troppo prolifici i koala del parco Eccles in Australia. Ecco per loro la pillola contraccettiva.

I koala sono un vero problema. A volte troppo pochi, a volte troppi. Dipende dai parchi.
I koala sono un vero problema. A volte troppo pochi, a volte troppi. Dipende dai parchi.

I koala che vivono nel parco nazionale Mount Eccles ha bisogno di pillole contraccettive. Questo perché, nonostante la specie non sia del tutto fuori pericolo in Australia, il parco a sud ovest di Melbourne ha una popolazione che cresce molto rapidamente. E se un erbivoro aumenta di numero, i primi che ne soffrono sono gli alberi. Infatti gli eucalipti di cui si nutrono questi koala stanno diminuendo a vista d'occhio, e i responsabili del parco devono correre ai ripari, altrimenti, come dice Sally Troy, ricercatrice dell'ente di gestione Park Victoria: «Nel giro di cinque anni avremo un crollo della popolazione, e centinaia di koala moriranno di fame».
Poiché lo spostamento degli animali non funziona, e la sterilizzazione di ogni singolo individuo è troppo costosa, l'unica soluzione è iniettare un tubicino contenente un ormone contraccettivo sotto la pelle degli animali. Non c'è bisogno di anestesia per la collocazione del tubicino, e il farmaco dura almeno 5 anni. Probabilmente il progetto inizierà l'anno prossimo; nel giro di un paio d'anno prenderanno la pillola la maggioranza delle femmine di koala del parco.

(Notizia aggiornata al 12 agosto 2003)

5 agosto 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us