Animali

Popolazione nascosta di leoni scoperta in Etiopia

Un'estensione finora sconosciuta dell'areale dei predatori è stata individuata in una remota regione del Paese africano, con l'aiuto di telecamere nascoste.

Troppo spesso i biologi sono costretti a stornare dalle mappe le popolazioni di animali estinti. Di rado ne aggiungono una, ma ogni tanto, per fortuna, succede: in un'area remota del nord-ovest dell'Etiopia, nella savana dell'Alatash National Park, è stata scoperta una popolazione finora sconosciuta di leoni.

Da tempo si sospettava che la zona potesse ospitarne, ma la conferma è arrivata da una serie di camera traps (telecamere equipaggiate con sensori infrarossi) dei ricercatori della Conservation Research Unit dell'università di Oxford.

Il "re" dell'Alatash National Park, paparazzato dalle camera traps. © Wildlife Conservation Research Unit (WildCRU)

La rivelazione. Il team le ha posizionate sul letto asciutto di un fiume: «Mentre stavo cercando alberi a cui agganciare le telecamere, ho visto alcune impronte», racconta Hans Bauer, a capo della spedizione. Nella seconda notte di riprese i leoni si sono mostrati.

Il parco di Alatash confina con un parco naturale del Sudan, il Dinder National Park. Anche lì potrebbero trovarsi alcuni esemplari, per una popolazione complessiva di 100-200 leoni tra una riserva e l'altra. In Africa, rimangono circa 20 mila leoni in libertà. Ma quelli appena trovati non correrebbero particolari rischi di estinzione, proprio perché vivono in parchi nazionali.

4 febbraio 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us