Animali

Un antico e complesso cervello di scimmia

Grande come una prugna, ma sorprendentemente sviluppato: ricostruite per la prima volta forme e dimensioni del cervello di un primate africano vissuto 15 milioni di anni fa.

Il cervello un tempo contenuto nel cranio di una scimmia vissuta in Kenya 15 milioni di anni fa è stato ricostruito e visualizzato per la prima volta. La complessità dell'organo, che è grande meno della metà del cervello di una scimmia odierna di uguali dimensioni, fa pensare che, nei primati, complessità e taglia del cervello possano evolversi in maniera indipendente.

Il cranio fossile del primate, del genere Victoriapithecus, fu rinvenuto nel 1997 su un'isola del lago Vittoria, in Kenya. Si tratta del più antico cranio fossile di scimmia del Vecchio Mondo (o africane) mai ritrovato ed è perciò di grande importanza per la comprensione della storia evolutiva del cervello dei primati, uomo incluso.

piccolo, così. Grazie a immagini a raggi X e ad alta risoluzione dell'interno del cranio, Fred Spoor del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology (Germania) e Lauren Gonzales della Duke University (USA) sono riusciti a ricostruire un modello tridimensionale del cervello del Victoriapithecus e a calcolarne il volume in 36 cm cubi, meno della metà del volume di una scimmia moderna di analoghe dimensioni.

Super olfatto. Se una scimmia odierna dello stesso peso (circa 7 kg) ha il cervello grande più o meno come un'arancia, quello del Victoriapithecus era grande come una prugna. Eppure le TAC della cravità cranica hanno rivelato che doveva avere numerose pieghe e increspature (e quindi un'ampia superficie) oltre a un bulbo olfattivo - ossia la parte del cervello deputata all'analisi degli stimoli odorosi - tre volte più grande di quanto ci si aspettasse.

Priorità capovolte. «Probabilmente aveva un migliore senso dell'olfatto di molte scimmie odierne» spiega Gonzales «Nei primati più sviluppati oggi si osserva esattamente l'opposto: cervelli molto grandi con un bulbo olfattivo poco sviluppato, presumibilmente per una preponderanza della vista sull'olfatto. Il Victoriapithecus potrebbe invece aver mantenuto entrambe queste capacità. Si tende a pensare che nell'albero genealogico di uomo e primati, prima i cervelli si ingrandirono, e poi svilupparono complessità. Questa è la prova che, nelle scimmie, l'ordine delle cose fu opposto».

Dalle scimmie all'uomo. La scoperta fa anche pensare che le ridotte dimensioni del cervello dell'Homo floresiensis (380 cm cubi), il cui cranio fu trovato in Indonesia nel 2003, non fossero poi un grave problema. In effetti questi ominidi padroneggiavano il fuoco e usavano utensili in pietra per cacciare.

7 luglio 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us