10 specie di ragni davvero irresistibili

Su alcuni insetti questi ragni da brivido sono come calamite per il ferro: merito di astuti stratagemmi cromatici, di un buon profumo, di danze sfrenate e baffi ispidi.

ragno1peackoccon_h_13.01184914con_h_13.01327442ragno3ragno6con_h_13.01043247ragno5ragno9con_h_13.01033533Approfondimenti
ragno1

La colorazione a strisce nere e gialle sull'addome delle femmine di ragno vespa (Argiope bruennichi), attrae gli insetti verso la tela. Le vittime, ignare del pericolo, si dirigono verso i colori sgargianti convinte si tratti di un fiore. La particolare colorazione delle zampe del ragno risulta invisibile alle prede, che percepiscono solo la parte centrale del corpo del loro carnefice, finendo presto in trappola.
Altri astuti travestimenti animali

peackoc

I colori del ragno pavone (gen. Maratus) non servono a ingannare le prede, ma a far colpo sulle partner. Poco prima dell'accoppiamento l'aracnide australiano (non più lungo di 5 mm) solleva la parte posteriore del corpo e inizia a farla vibrare e ondeggiare, mettendo ben in mostra i colori sgargianti. Gli occhi centrali della femmina, molto più sensibili alla visione del colore rispetto ai nostri, devono gradire molto lo spettacolo. Le foto e il video della danza d'amore

con_h_13.01184914

I ragni granchio brasiliani della specie Epicadus heterogaster offrono alcuni tra gli esempi più raffinati di mimetismo animale. Si presentano in una gamma di colori che va dal bianco al giallo, al viola, ciascuno evolutosi per rassomigliare a una diversa specie di fiore. Queste sembianze confondono gli insetti impollinatori, e tengono allo stesso tempo lontani i predatori. I ragni granchi sono chiamati così per la presenza di due zampe rivolte in avanti, e per l'abitudine di procedere sia in avanti, sia di lato.

con_h_13.01327442

Il dorso dei Gasteracantha fornicata, piccoli ragni tessitori che vivono nel nord del Queensland (Australia) è provvisto di uno scudo colorato altamente riflettente, simile alla superficie lucida di un gioiello. Quando cacciano questi ragni lo rivolgono verso il substrato scuro ed erboso della boscaglia. Gli insetti lo scambiano probabilmente per un bagliore di luce tra un ramo e l'altro, e volano verso l'alto, dirigendosi a morte certa. Un'altra gallery non adatta agli aracnofobici (guarda)

ragno3

Il premio "gambalunga" va senza dubbio alla Nephila pilipes, uno dei ragni più grossi del mondo. Le femmine di questo aracnide diffuso in Australia, Nuova Guinea e Asia tropicale hanno un addome lungo 3-5 cm, e zampe che possono raggiungere i 20 cm. Per gli insetti, sono esche irresistibili: uno studio del 2002 ha dimostrato che il loro addome riflette gran parte dei raggi ultravioletti, proprio come i petali di molti fiori. La somiglianza si traduce in un abbaglio per gli insetti impollinatori.

ragno6

Un altro ragno granchio, questa volta della specie Thomisus onustus, capace di assumere la colorazione del fiore in cui prende fissa residenza. Il corpo di questi ragni riflette gli ultravioletti e fa sembrare il fiore stesso più appetibile e attraente agli insetti nei paraggi.

con_h_13.01043247

Chi non può contare sul camuffamento può sempre far leva sul fascino hipster. Il ragno tropicale Heteropoda venatoria attrae le falene di cui si nutre con un bel paio di baffi posizionati proprio sotto agli occhi. Le setole sono così riflettenti da risultare ben visibili anche di notte, quando le sue prede si aggirano numerose.

ragno5

La colorazione a strisce gialle fluorescenti e nere del ragno orchidea, Leucauge magnifica, è efficace anche di notte. Alcuni lepidotteri notturni si affidano alla visione del colore per trovare cibo, e il ragno sfrutta proprio questa caratteristica per attrarre e disorientare le prede.

ragno9

Potranno effettivamente non sembrarvi bellissimi, eppure i ragni bolas americani puntano tutto su un'altra arma di seduzione: il profumo. Alcune specie di questa famiglia, come il Mastophora hutchinsoni, sono capaci di riprodurre i feromoni femminili di una specie di falena di cui sono ghiotti. I maschi si avvicinano incuriositi, e gli aracnidi li catturano con il rilascio fulmineo di un filamento di tela, teso tra due ostacoli. I ragni cambiano addirittura il profumo emesso durante la notte, per attrarre diversi tipi di falene, attivi in orari differenti.

con_h_13.01033533

"Oltre al fisico c'è di più" è il motto di molte specie di ragni tessitori, che puntano tutto sul decoro della propria tela per attirare le prede. La Cyclosa insulana, nella foto, costruisce uno "stabilimentum" (così è chiamata la ragnatela) con spessi centri concentrici di seta che paiono ricamati. Spesso, la trappola incorpora pezzi di prede passate o bastoncini, per apparire ancora più bella. Naturalmente questi tranelli riflettono i raggi UV e sono l'esca ideale per gli insetti. Il paese australiano invaso dalle tele di ragno: guarda

La colorazione a strisce nere e gialle sull'addome delle femmine di ragno vespa (Argiope bruennichi), attrae gli insetti verso la tela. Le vittime, ignare del pericolo, si dirigono verso i colori sgargianti convinte si tratti di un fiore. La particolare colorazione delle zampe del ragno risulta invisibile alle prede, che percepiscono solo la parte centrale del corpo del loro carnefice, finendo presto in trappola.
Altri astuti travestimenti animali