Sesso orale per le femmine di ragno

Prima, durante e a fine rapporto: le prodezze erotiche dei maschi di una specie di ragno del Madagascar, rare per un non mammifero, servono forse a competere con i rivali.

ragno
Un ragno non oggetto della ricerca di questo articolo. Per le immagini "hard", scrolla la pagina.

Le femmine di molte specie di ragno sono note per i comportamenti sessuali estremi - si va dal "bondage" con la tela secreta dal maschio, al cannibalismo post accoppiamento, all'evirazione del partner.

 

Ma tra un moto aggressivo e l'altro, sono oggetto di un'attenzione particolare: i ripetuti approcci a base di sesso orale che il maschio, spesso di dimensioni parecchio inferiori, dedica alla compagna.

 

Il comportamento, davvero insolito per un non mammifero, è stato osservato sul ragno della corteccia di Darwin (Caerostris darwini), una specie del Madagascar nota per la robustezza della sua tela.

 

Spesso e volentieri. I maschi, 12 volte più leggeri rispetto alle femmine, seguono un complesso cerimoniale che prevede più sessioni di sesso orale per la compagna, prima, durante e subito dopo l'accoppiamento. Matjaž Gregorič, ricercatore della Slovenian Academy of Sciences and Arts, ha monitorato le interazioni sessuali di questa specie per due settimane, all'interno dell' Andasibe-Mantadia National Park (Madagascar).

Le immagini "hard" di sesso tra maschi e femmine di Caerostris darwini. Il maschio è l'esemplare più piccolo. | Scientific Reports

amanti navigati. I maschi di ragno hanno perseverato nelle loro prodezze erotiche sia in natura, sia in laboratorio: tutti i maschi, tra i 29 coinvolti dai ricercatori, hanno praticato sesso orale alle compagne. Tipicamente, ancorandosi con una delle zanne all'apertura copulatoria delle femmine, disponendosi perpendicolarmente ad esse e irrorando con fluidi secreti dalla bocca le aree deputate all'accoppiamento (qui un video degli incontri).  

 

scegli me. Il gesto potrebbe servire a segnalare alla femmina la qualità genetica del maschio, o a ridurre la competizione con lo sperma dei rivali, attraverso sostanze chimiche in grado di favorire il proprio. Prima d'ora, pratiche di cunnilingus erano state osservate soltanto nei bonobo, nei pipistrelli della frutta (guarda il video), nei moscerini della frutta e in qualche specie di uccello.

 

La fellatio è invece documentata in iene, ghepardi, delfini, pipistrelli, lemuri e macachi.

 

Tra i ragni, l'unica specie nota per praticare sesso orale era, finora, la vedova nera.

 

 

04 Maggio 2016 | Elisabetta Intini