Piccoli leoni, all'attacco!

Safari con sorpresa in Kenia: un'intera cucciolata è stata "presentata" da mamma leonessa agli ospiti e alle guide. Ecco le foto di un incontro indimenticabile.

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00692016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00612016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00072016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00102016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00052016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00122016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00292016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00372016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00392016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00422016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00452016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00472016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00512016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_00542016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0056Approfondimenti
2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0069

È stato un evento speciale nella riserva Olare Motorogi, nel Masai Mara, in Kenya: una leonessa e i suoi cuccioli di appena un mese si sono avvicinati fino a una decina di metri dalle guide e dagli ospiti di un tour fotografico. Vigile ma serena, la mamma ha giocato con i piccoli, li ha lasciati giocare attorno nel modo in cui giocano tutti i "gatti" e ha concesso momenti e scatti indimenticabili.
 
Carel Verhoef, guida di HeardTracker, presente all’incontro, commenta l'evento per Focus.it: «Esclusi i sei nuovi arrivati, nella riserva ci sono circa 400 leoni tra adulti e subadulti, ossia adulti non ancora sessualmente maturi. La cosa straordinaria è che la madre abbia lasciato avvicinare i cuccioli alla jeep e che non abbia avuto un comportamento aggressivo nei nostri confronti».
 
(L'intervista prosegue alla foto successiva)

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0061

Quando stanno bene, i leoni danno alla luce quattro o anche sei piccoli a cucciolata, come in questo caso, con un periodo di gestazione di circa 110 giorni. «Abbiamo scattato le foto da una distanza di 10 metri», prosegue Verhoef: «i piccoli si sono avvicinati così tanto per curiosità, e un po' anche perché la loro vista, a un mese di vita, non è ancora totalmente sviluppata. Per nostra fortuna la madre è una leonessa esperta ed era a suo agio nonostante la nostra presenza.»
 
Nella riserva i leoni adulti godono per la maggior parte di buona salute, non è così invece per i subadulti, a causa della scarsità di prede nelle praterie. La riserva Olare Motorogi Conservancy si estende su un’area di 33.000 acri ed è parte del più vasto ecosistema Masai Mara / Serengeti.

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0007

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0010

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0005

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0012

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0029

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0037

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0039

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0042

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0045

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0047

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0051

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0054

2016_01_12_kenyalive_day_06_lion_cubs_jpeg_resized_0056

È stato un evento speciale nella riserva Olare Motorogi, nel Masai Mara, in Kenya: una leonessa e i suoi cuccioli di appena un mese si sono avvicinati fino a una decina di metri dalle guide e dagli ospiti di un tour fotografico. Vigile ma serena, la mamma ha giocato con i piccoli, li ha lasciati giocare attorno nel modo in cui giocano tutti i "gatti" e ha concesso momenti e scatti indimenticabili.
 
Carel Verhoef, guida di HeardTracker, presente all’incontro, commenta l'evento per Focus.it: «Esclusi i sei nuovi arrivati, nella riserva ci sono circa 400 leoni tra adulti e subadulti, ossia adulti non ancora sessualmente maturi. La cosa straordinaria è che la madre abbia lasciato avvicinare i cuccioli alla jeep e che non abbia avuto un comportamento aggressivo nei nostri confronti».
 
(L'intervista prosegue alla foto successiva)