Animali

Sequenziato il genoma dell'orso polare

Il Dna dell'animale svela i segreti della straordinaria salute del suo cuore e getta una nuova luce sull'evoluzione degli orsi.

Possono pesare anche 700 chilogrammi, la metà dei quali è costituita da grasso, e hanno nel sangue livelli di colesterolo che farebbero preoccupare qualsiasi medico. Eppure, gli orsi polari (Ursus maritimus) non muoiono di infarto né di ictus e, anzi, il loro sistema cardiovascolare gode di una salute di ferro. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Cell, la spiegazione del paradosso è nascosta nel Dna di questi splendidi animali.

Invulnerabili al grasso
Un folto gruppo di ricercatori - diretto da Jun Wang, dell'Istituto di genetica di Pechino, Rasmus Nielsen, dell'Università di Berkeley, e Eske Willerslev, di quella di Copenaghen - lo ha sequenziato, e lo ha confrontato con quello dei loro parenti più prossimi, gli orsi bruni.

I risultati mostrano che nella specie artica alcuni geni legati alle malattie cardiovascolari sono mutati e hanno reso il cuore e i vasi particolarmente resistenti e poco vulnerabili al colesterolo. I ricercatori ritengono che studiando meglio i meccanismi che stanno alla base di questa resistenza si possano trarre informazioni utili anche sulle malattie cardiovascolari dell'uomo.

Evoluzione rapida
Lo studio getta poi una luce nuova sulla storia evolutiva degli orsi bianchi e bruni. Fino a oggi infatti si pensava che le due specie si fossero separate 5 milioni di anni fa, ma la comparazione del loro Dna mostra invece che questo è avvenuto appena 500.000 anni fa. La successiva evoluzione dell'orso polare, e l'adattamento al clima estremo del Polo Nord, è quindi avvenuta in tempi piuttosto rapidi.

A propositi di orsi guarda anche:
L'orsetto scalatore

CuriOrsando
VAI ALLA GALLERY (N foto)

L'incredibile impresa di un orso affamato
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Google Street View per gli orsi polari
VAI ALLA GALLERY (N foto)

9 maggio 2014 Margherita Fronte
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us