Animali

Sei felice? Chiedilo al tuo cane

Toglietevi quel broncio dalla faccia o finirete per rattristare anche Fido: il miglior amico dell'uomo sa riconoscere le emozioni del nostro volto, gli bastano piccoli dettagli.

I nostri amici a quattro zampe sanno riconoscere le espressioni tristi o felici dipinte sul nostro volto. La conferma a un sospetto che i padroni di cani hanno da tempo arriva da uno studio pubblicato su Current Biology.

mezzo sorriso. Un gruppo di ricercatori dell'Università di Medicina Veterinaria di Vienna (Austria) ha addestrato alcuni cani appartenenti a diverse razze a decidere quale tra due mezze foto della parte superiore di un volto femminile, disposte l'una a fianco all'altra, appartenesse a un viso felice, toccandola con la punta del muso.

Mezzo broncio. I quadrupedi hanno ottenuto ottimi risultati anche quando si sono trovati di fronte alla metà inferiore dei volti o a pezzi di altre foto di facce felici o tristi. Un altro gruppo di cani ha realizzato performance simili nel riconoscimento delle espressioni arrabbiate.

basta un dettaglio. Non è la prima volta che i cani mostrano di saper interpretare le emozioni di un volto. Ma in passati esperimenti il riconoscimento era avvenuto su immagini di volti intere, che potevano fornire agli animali suggerimenti importanti (un sorriso si riconosce dal bagliore bianco dei denti; un broncio, dalle rughe di espressione).

millenni di allenamento. La capacità di riconoscere le espressioni in foto parziali dimostra una comprensione più completa e profonda della mimica facciale. Un'abilità che nei primati è innata, ma che i cani potrebbero aver sviluppato nella lunga storia di amicizia che li lega - anche dal punto di vista evolutivo - agli esseri umani.

13 febbraio 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us