Animali

Che ruolo possono avere le balene contro il riscaldamento globale?

Le balene hanno una grande influenza sulla quantità di carbonio trattenuta dagli oceani. Ecco perché dovrebbero essere viste come un serbatoio da preservare per vincere la lotta al riscaldamento globale.

Tra le tante soluzioni contro il riscaldamento globale, quelle ancora poco esplorate (o comunque prese scarsamente in considerazione al di fuori di chi ci lavora) sono quelle nature-based, "basate sulla natura" con una traduzione un po' stentata. La più importante, quantitativamente parlando, è la protezione e riforestazione delle aree verdi, perché gli alberi sono un importante reservoir di carbonio oltre ad avere un ruolo fondamentale nel purificare l'aria.

Ce ne sono invece altre che vengono ancora sottovalutate: una tra queste è il soggetto di uno studio pubblicato su Trends in Ecology and Evolution. Parliamo della conservazione delle balene che potrebbe avere un ruolo centrale per contenere le emissioni nei prossimi anni (o peggiorare la situazione).

L'animale più grosso del mondo. Le balene possono arrivare a pesare 150 tonnellate, e la loro biomassa è uno dei "contenitori" di carbonio più importanti dell'oceano – nel quale a sua volta è conservato il 22% del carbonio totale della Terra. Nello studio si legge che «la loro dimensione e la loro longevità permette alle balene di avere un effetto importante sul ciclo del carbonio, che sono in grado di accumulare più efficacemente di quanto facciano gli animali più piccoli».

Come tutte le creature viventi, la biomassa delle balene è composta prevalentemente da carbonio, che rimane "custodito" nell'animale finché è vivo. In più, le balene mangiano ogni giorno in enormi quantità: una balenottera azzurra arriva a ingerire tonnellate di krill e plankton, e quando ha finito di digerire il cibo lo espelle in una forma ricca di nutrienti, che aiutano la microfauna acquatica a prosperare e quindi a contribuire ulteriormente a trattenere carbonio.

Salvare le balene per salvarci. Le balene hanno un'influenza sul ciclo del carbonio anche quando muoiono, e precipitano sul fondo del mare. Qui, decomponendosi, restituiscono all'acqua il carbonio di cui sono fatte, che entra poi in circolo nella cosiddetta pompa biologica del carbonio invece di finire in atmosfera.

Insomma, che siano vive e vegete oppure in decomposizione, le balene hanno un'influenza importante sulla quantità di carbonio trattenuta dagli oceani (e che quindi non va a peggiorare la situazione in atmosfera): la loro scomparsa potrebbe danneggiare il ciclo del carbonio e liberarne grandi quantità. In conclusione, salvare le balene significa salvare anche il resto del pianeta, a partire dagli oceani.

30 dicembre 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us