Animali

Riuniti dopo 9 mesi: l'amore dei rondoni

Ritrovare il partner dopo lunghi mesi di separazione forzata: succede (spesso) ai rondoni, instancabili migratori che ritornano, però, sempre nella stessa casa, e dallo stesso compagno.

La Natura sa essere spietata, o regalare storie di inaspettata poesia. Come quella di questi due rondoni, che si sono ritrovati sotto allo stesso tetto dopo 9 mesi di lontananza.

Gli impiegati della BirdLife International, un'organizzazione internazionale che si occupa della conservazione dell'avifauna, hanno filmato il primo, nuovo incontro tra i due pennuti, che avevano nidificato vicino ai loro uffici a Cambridge, Inghilterra.

Storia a distanza. I rondoni comuni (Apus apus) tendono a formare legami monogami che durano per tutta la vita. I membri della coppia, inseparabili fino a un anno fa, si sono probabilmente divisi durante l'annuale migrazione dall'Inghilterra verso l'Africa.

Questi uccelli mangiano, cacciano e dormono in volo, percorrendo in un giorno anche 900 km. Nonostante possano anche accoppiarsi in volo, non è raro che i partner si perdano di vista in questa fase dell'anno.

I rondoni trascorrono in volo la maggior parte della propria vita. © Ashley Cooper pics/Alamy

Riconoscersi... a penne. Capita però altrettanto spesso che dopo la migrazione, i rondoni ritornino nello stesso nido e dallo stesso compagno, dopo aver "ristrutturato" il rifugio che nel frattempo ha subito i danni dell'abbandono.

Nel video, i pennuti esibiscono un battito d'ali che, secondo gli esperti, è un comportamento volto a limitare l'aggressività del compagno dopo tanti mesi di separazione. Nelle coppie appena formate, questo frullio di penne va avanti molto più a lungo, prima che si arrivi all'accoppiamento. Quella dei due rondoni sarebbe, dunque, un'ulteriore prova di affiatamento.

2 giugno 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us