Animali

Riconciliarsi dopo una lite: i lupi ci riescono meglio dei cani

Quella di saper superare i conflitti è un'abilità indispensabile per le specie che vivono in branco: i lupi la sanno attuare, i cani l'hanno persa in millenni di vicinanza con l'uomo.

Dopo un conflitto, i cani sono più rancorosi dei lupi, perché hanno disimparato l'arte della riconciliazione. Uno studio pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science indaga la capacità dei quadrupedi di appianare i contrasti, come base necessaria per poter cooperare. Quello che emerge è che i lupi si "infiammano" in fretta, ma altrettanto velocemente fanno pace; mentre i cani, in millenni di amicizia con l'uomo e di vita lontana dal branco, sembra abbiano dimenticato la difficile arte del lasciarsi gli screzi alle spalle.

Amichevoli sì, ma con l'uomo. I lupi vivono in branchi con regole ben precise in fatto di gerarchie, caccia, accoppiamento e - ora sappiamo - litigi. Anche i cani sono considerati animali da branco, ma nei fatti non vivono spesso circondati dai loro simili. Alcuni etologi dell'Università di Vienna hanno confrontato il comportamento post-litigio di quattro branchi di lupi selvatici tenuti in cattività per la durata dello studio, e di quattro branchi di cani di rifugi per quadrupedi.

Stammi alla larga. I lupi non si conoscevano e questa situazione di novità ha creato parecchi scontri - in media uno ogni ora nel periodo dello studio, che ha collezionato 927 ore di osservazione totale nell'arco di due anni. Ma i conflitti sono stati di breve durata, e 10 minuti dopo lo scontro si sono visti spesso i due contendenti giocare insieme. Nei gruppi di cani, al contrario, i litigi sono stati meno frequenti, ma più violenti e duraturi. Dopo lo screzio, le parti offese hanno preferito evitarsi, anziché ricucire.

Diverse priorità. Secondo i ricercatori, la rapida risoluzione dei conflitti è una abilità fondamentale per i lupi: la sopravvivenza del branco si basa sulla capacità di andare d'accordo e collaborare. I cani hanno perso queste doti di mediazione in millenni di domesticazione: per Fido è più utile sapersi adattare a un ambiente domestico, ottenere dall'uomo ciò che gli serve o imparare a capire il nostro punto di vista. La capacità di fare pace con i suoi simili è una di quelle caratteristiche che il migliore amico dell'uomo ha perso, o ha di fatto attenuato, nel corso dell'evoluzione.

11 luglio 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us