Animali

Anche i ratti impollinano (involontariamente) i fiori

In Nuova Zelanda dei ratti sono stati visti succhiare il nettare di piante di lino: muovendosi con le zampe sporche di polline, potrebbero contribuire alla riproduzione dei fiori.

In Nuova Zelanda i ratti (Rattus rattus) rappresentano da tempo una seria minaccia alla sopravvivenza di diverse specie di uccelli nativi del Paese: per questo un gruppo di ricercatori ha indagato la relazione tra ratti e uccelli, cercando di osservare se fossero in competizione per il cibo, e in che modo si muovessero nel territorio.

Ciò che diversi giorni di osservazione hanno mostrato è stato sorprendente: non solo i ratti sarebbero ghiotti di nettare di fiori di lino (Phormium colensoi), ma sporcandosi le zampe con il polline contribuirebbero a impollinare diversi fiori. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sul New Zealand Journal of Ecology.

Di fiore in fiore. Per nove giorni gli studiosi hanno filmato un'area paludosa ricca di piante di lino, osservando quali animali si avvicinassero per succhiarne il nettare: per sei notti le telecamere hanno registrato le immagini di un ratto (o più ratti, ma sempre uno alla volta) che succiava nettare di diverse piante. «Gli uccelli che si nutrono del nettare di lino sono facilmente identificabili, perché il polline giallo-arancione rimane sulle loro piume», affermano gli autori, spiegando che con i ratti potrebbe funzionare allo stesso modo, e che il polline, rimanendo sul pelo, venga involontariamente passato da un fiore all'altro, favorendo l'impollinazione.

Dubbi. Avendo visto solo un ratto alla volta, i ricercatori non possono affermare con certezza se si trattasse sempre dello stesso esemplare o di diversi, e se dunque si tratti di un'abitudine condivisa dalla specie o piuttosto della stranezza di un singolo. Se il nettare di lino fosse effettivamente apprezzato dai ratti in generale, questo significherebbe che gli uccelli dovrebbero competere per diverse risorse alimentari. D'altra parte, però, questi roditori potrebbero rivelarsi dei validi impollinatori delle piante di lino - e in tempi in cui molti insetti impollinatori rischiano l'estinzione, questa non può che essere una buona notizia.

19 febbraio 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us