Quel ramo si muove! Un mondo di insetti stecco

Una carrellata di foto dei campioni indiscussi del mimetismo animale: gli insetti stecco, qui in tutta la loro "invisibile" bellezza.

Un Heteropteryx dilatata, insetto stecco tipico delle giungle della Malesia, in mostra durante una conferenza stampa dello zoo di Whipsnade, in Inghilterra.

Si tratta di uno degli insetti stecco più pesanti al mondo: può raggiungere anche i 65 grammi di stazza. Le femmine sono di colore verde e più grosse dei maschi, con il corpo interamente ricoperto di spine.

Una femmina di insetto foglia secca (Extatosoma tiaratum) impegnata nell'accoppiamento con un maschio, sistemato sul suo dorso: i maschi sono sensibilmente più piccoli delle partner (10 cm circa contro i 18 della compagna) ma a differenza della "dolce metà" possono volare.

Animali sorpresi nel momento dell'amore

Pur di scomparire alla vista, gli animali utilizzano tutto: colori, forme, comportamenti. Maestro nel camuffamento, l'insetto stecco gigante della Malaysia ( Phoebaeticus serratipes) ricorda proprio un piccolo ramo: corpo allungato, esile e slanciato; zampe lunghe dal movimento lento e e simile allo spostamento di un ramoscello; ali rudimentali e ridotte. E in più la colorazione che riflette l'ambiente circostante. Difficile notarlo, anche quando raggiunge la considerevole lunghezza di 45 centimetri, come l'esemplare nella foto. Si chiama Phoebe, come una delle lune di Saturno, e si trova allo zoo di Londra. Secondo i responsabili si tratta del più lungo esemplare, ma vi sono testimonianze di insetti di oltre 55 centimetri. Un dato è certo, però: Phoebe è nato da un uovo di soli 4 millimetri di diametro.

Questo esemplare si è specializzato in un arte più di "nicchia": l'imitazione dei muschi.

Guarda anche i muschi resuscitati di 1500 anni fa

Dello stesso ordine degli insetti stecco, ma con una diversa attitudine mimetica: ecco un insetto foglia, o "foglia vivente".

La sfida è riconoscere il vero pezzetto di legno.

Questo insetto stecco sembra esultare di gioia. Ma sta probabilmente soltanto cercando l'equilibrio.

Guarda anche una carrellata di animali che sorridono

A prima vista può sembrare un ramoscello di vimini trasportato dal vento. Ma in realtà questo stecco è capace di muoversi con le sue gambe. E' infatti un insetto: l'insetto stecco (ord. Phasmatodea). Un vero burlone che nelle foreste tropicali dove vive, ama prendersi gioco dei predatori, fingendosi un pezzo di legno fatto oscillare dalle correnti.
Un metodo un po' da "pigri" ma che spesso funziona (anche se non sempre).
E questa è solo una delle tattiche degli insetti appartenenti a questo ordine, che comprende oltre 2.700 specie diverse. Alcuni insetti stecco, hanno le zampe posteriori ricoperte di aculei con cui pungono eventuali aggressori. Altri invece sono dotati di particolari ghiandole che secernono un repellente chimico da spruzzare contro il nemico.

Faccia a faccia con gli insetti (guarda)

[E. I.]

Un insetto stecco verde australiano impegnato nella sua quotidiana camminata sul volto e sulle mani di un naturalista del museo australiano che lo ospita.

Curiose amicizie tra uomini e animali

Palme che si suicidano dopo la fioritura, insetti stecco lunghi oltre mezzo metro e pesci presitorici che partoriscono: sono alcune delle 18.516 nuove specie animali e vegetali scoperte dagli scienziati nel corso del 2008. Tante? No, soprattutto se paragonate al 1.800.000 specie scoperte negli ultimi 300 anni. E sembrano ancora meno se si considera che gli scienziati stimano in circa 10.000.000 le specie viventi sulla Terra. Ad occuparsi della loro classificazione e catalogazione è l' International Institute for Species Exploration dell'Arizona State University, che anche quest'anno ha pubblicato la classifica delle 10 più singolari nuove creature scoperte nell'anno passato e che Focus.it vi le presenta in questa fotogallery.

Testi e ricerca fotografica di Franco Severo

Con i suoi 56,7 centimetri di lunghezza totale (35,6 il corpo, il resto sono zampe), il Phobaeticus chani è l’insetto più lungo del mondo. Appartiene alla famiglia degli insetti stecco e vive nel sottobosco delle foreste della Malesia. È difficilissimo da incontrare e fino ad oggi ne sono stati ritrovati solo sei esemplari, e uno di questi è conservato, morto, in una bacheca del Natural History Museum di Londra.
Il nome: l’insettone deve il suo nome a Datuk Chan Chew Lun, il naturalista malese che lo ha scoperto.

(foto © Natural History Museum )

Un gigantesco insetto stecco malese della specie Pharnacia serratipes si mostra in tutta la sua lunghezza: 45 centimetri, una misura record per i fasmidi.

Il momento in cui il lunghissimo insetto malese si concede ai fotografi.

Il momento della misura e della pesa di un insetto stecco Heteropteryx dilatata allo zoo di Londra. Una volta all'anno tutti gli ospiti dello zoo vengono misurati per monitorare il loro stato di salute e i progressi nella crescita: vai alle foto dell'ultima pesa.

Un Heteropteryx dilatata, insetto stecco tipico delle giungle della Malesia, in mostra durante una conferenza stampa dello zoo di Whipsnade, in Inghilterra.