Quanti fiori devono visitare le api per produrre un kg di miele?

Una sola ape riesce a produrre poco miele, ma è l'unione che fa la forza.

42-17085509
Un'ape mellifera alle prese con una Echinacea.

Durante l'inverno un singolo alveare ospita 10-20.000 individui: con l'arrivo della primavera la popolazione inizia rapidamente a crescere e può "visitare" fino a 225.000 fiori al giorno, per arrivare in piena estate a contare fino a 90.000 api. In un anno, la sola produzione di miele dell'alveare è di 20-30 chilogrammi, anche 40 se la stagione è buona e il territorio è favorevole.

Focus 246 - Che fine hanno fatto le api?
In Europa e in America gli alveari si svuotano: la colpa potrebbe essere anche dei pesticidi, ma la scienza sembra incapace di dare una risposta certa. Per approfondire: Che fine hanno fatto le api? (versione integrale in PDF), un articolo di Marco Ferrari su Focus 246 (aprile 2013). | Focus

All'inizio della primavera, quando l'arnia comincia a ripopolarsi, le api sono circa 30.000: facendo un calcolo inverso e molto approssimativo, per produrre un chilo di miele un alveare deve visitare 2.700.000 fiori; una singola ape dovrebbe visitarne più di 80 milioni... è evidente che da sola non potrebbe riuscirci, e infatti il miele è il più squisito frutto di lavoro collettivo che la natura ci dà.

 

I mieli sono tanti e di diversa provenienza: in prima battuta possiamo dire che il miele di nettare proviene dai fiori, quello di melata dalla secrezione zuccherina lasciata sugli alberi da piccoli insetti che si nutrono della linfa. Il miele monofloreale proviene da un'unica specie di fiore (acacia, castagno e via dicendo), quello plurifloreale, tipicamente "il millefiori", nasce da nettare di fiori diversi. Le diverse qualità di miele hanno proprietà specifiche che variano anche in funzione della stagionatura del miele.

20 Maggio 2019 | Focus.it